Elezioni sindaco Ferrara: Giubelli ritira candidatura

giubelliE’ finita la corsa a sindaco del candidato Piero Giubelli, l’avvocato che si era messo in corsa, scrive, per costituire una scelta alternativa a PD e Lega.

Quest’ultima frase è un passaggio della lunga lettera inviata da Giubelli alle redazioni ferraresi per annunciare ufficialmente il suo ritiro.

Giubelli, insieme ad Alberto Bova, Roberta Fusari e Giorgio Ferroni, anche lui avvocato e anche lui non più nella corsa a sindaco, tentarono di creare il polo dei civici.

“Un’aggregazione che fosse in grado di convogliare la voglia di cambiamento dei ferraresi rispetto alle amministrazioni precedenti”: così Giubelli ha definito il terzo polo, progetto naufragato, per l’avvocato, a causa dei “tempi non ancora maturi a Ferrara” per un’esperienza simile.

“La colpa è di tutti noi che ci abbiamo provato, me compreso”, sottolinea amaramente Giubelli, il quale scrive che qualcuno si sarebbe adoperato per affondare il progetto, temendo un successo elettorale del polo civico.

“Credo sia fondamentale che la prossima amministrazione recuperi i cittadini alla gestione della cosa pubblica, coinvolgendo le persone”, auspica Giubelli.

Quindi, facendo una panoramica dei candidati sindaco rimasti in corsa, oltre ad Alan Fabbri per il centro-destra e Aldo Modonesi per il Partito Democratico, il Movimento 5 Stelle conta Ezio Roi con il “Laboratorio civico” e la seconda lista in orbita grillina definita la “non lista”, per i civici invece ci sono Roberta Fusari e Andrea Firrincieli, poi Alberto Bova per “Italia in Comune”, il partito dei sindaci, ma anche Francesco Rendine per la lista GOL e Giorgio Massini per Ferrara Libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *