Giunta Bonaccini bis: identikit dei dieci assessori presentati alla stampa il 13 febbraio scorso

Sono dieci gli Assessori della nuova Giunta dell’Emilia Romagna guidata nuovamente dal Presidente Stefano Bonaccini, che ha deciso di confermare soltanto due degli Assessori della Giunta uscente, mentre terrà per sé le deleghe ai Fondi europei, Autonomia, Sicurezza e Ricostruzione post sisma, oltre allo Sport. “Il cambiamento radicale di otto Assessori testimonia, dice Bonaccini, la volontà di cambiamento e innovazione, ma tutti, aggiunge, avrebbero meritato di essere confermati”. La giunta si insedierà ufficialmente il 28 febbraio, giorno in cui si terrà la prima seduta dell’Assemblea legislativa.

Chi sono i dieci Assessori?

I neo-nominati Assessori,quattro donne e sei uomini, più il sottosegretario alla Presidenza, Davide Baruffi quaranteseienne di Carpi, già sindaco di Soliera, dal 2010 al 2013 segretario provinciale del Pd modenese e deputato dal 2013 al 2018, “Sono stati scelti, ha dichiarato Stefano Bonaccini nel presentarli alla stampa il 13 febbraio scorso, per la sensibilita politica e la competenza territoriale che distingue ciascuno di loro”. Otto sono new entry, due soltanto i confermati, vale a dire – Raffaele Donini e Andrea Corsini.
Donini , bolognese, cinquantenne di Bazzano, assessore alle Politiche per la Salute, già vicepresidente della Giunta regionale, oltre che Assessore ai Trasporti, Agenda digitale, reti e infrastrutture materiali e immateriali, giornalista free lance, membro del Consiglio direttivo della Fondazione Caponnetto, dal 2010 al 2015 segretario del Pd bolognese. Con lui viene dalla Giunta uscente, dove aveva la delega al Turismo, anche Andrea Corsini, 56 anni, di Cervia, una laurea in scienze forestali, confermato al Turismo e Commercio, con l’aggiunta di Trasporti e Infrastrutture.
Alla Vicepresidenza troviamo Elly Schlein, già europarlamentare, nel 2014 eletta nelle liste Pd ma passata nel 2015 alla Lista “Possibile” fondata con Pippo Civati. Nata aLugano nel 1984, una laurea in Giurisprudenza, bolognese di formazione, documentarista, impegnata sui temi dei diritti, immigrazione, giustizia fiscale, conversione ecologica, lotta alla corruzione e alle mafie, Elly Schlein si occuperà del contrasto alle diseguaglianze e all’emergenza climatica, al patto per il clima, Welfare, Politiche abitative, Politiche giovanili, Cooperazione internazionale allo sviluppo, Rapporti con l’Ue.
Nuovo assessore al Bilancio, Personale, Patrimonio, Riordino Istituzionale è il ferrarese Paolo Calvano, ex segretario regionale PD, 42 anni, una laurea in Economia, una lunga carriera amministrativa e politica alle spalle, già sindaco di Ostellato, consigliere provinciale a Ferrara, segretario prima provinciale, poi regionale del PD.
Allo Sviluppo economico e green economy, Lavoro, Formazione , troviamo Vincenzo Colla , Vicesegretario generale della Cgil, dove ha iniziato la propria esperienza sindacale nel 1980 come delegato di un’azienda metalmeccanica per entrare, poi, nella segreteria provinciale della Fiom di Piacenza nel 1985.
Delega all’ Ambiente, Difesa del suolo e della costa, Protezione civile per Irene Priolo, classe 1974, bolognese di Calderara, maestra elementare iscritta a Scienze politiche, due volte eletta sindaco di Calderara, assessore del Comune di Bologna alla mobilità , non candidata alle regionali,
Alla parmense Barbara Lori 52 anni, già Consigliera Regionale, un diploma di Perito agrario con master in gestione dei Servizi sanitari, la nuova delega alla Montagna e alle Aree interne, più la Programmazione territoriale e le Pari opportunità
Al reggiano Alessio Mammi, laureato in Giurisprudenza e con i suoi 39 anni il più giovane in Giunta dopo Elly Schneil, già sindaco per due legislature di Scandiano, una valanga di voti il 26 gennaio scorso, sono andate le deleghe all’Agricoltura e Agroalimentare, Caccia e pesca:

Infine due nomine per così dire “tecniche”.
A Paola Salomoni, Prorettrice per le tecnologie digitali dell’Alma Mater, 53 anni, bolognese, Professoressa ordinaria del Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria sono state affidate le deleghe alla Scuola, Università, Ricerca, Agenda digitale. Mentre a Mauro Felicori bolognese, 67 anni, laureato in Filosofia, saggista e accademico già dirigente del Comune di Bologna, dall’ottobre del 2015 fino all’ottobre del 2018 direttore generale della Reggia di Caserta, dal febbraio 2019 direttore di Ago Modena Fabbriche Culturali, è stato affidato l’assessorato alla Cultura e Paesaggi.

Una squadra di personalità esperienze e formazione molto diverse l’una dall’altra, che vede rappresentate le province di Ravenna, Ferrara, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, mentre da Modena provengono il Sottosegretario alla Presidenza Baruffi e il presidente Stefano Bonaccini. Decisamente vistosa la rappresentanza della città metropolitana di Bologna con 4 assessori, più la vicepresidente Elly Schlein, nata a Lugano, bolognese di adozione, certamente cittadina europea e del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *