Gli atleti del Shinsen in evidenza a Parigi

Nel Grand Slam di ju jitsu, in vista degli Europei di giugno

È da poco terminato a Parigi il Grand Slam di ju jitsu dove i migliori campioni del vecchio continente si sono dati battaglia in vista dei campionati europei di giugno. Non potevano mancare i rappresentanti del gruppo Shinsen che si sono presentati ai blocchi di partenza con 7 atleti. Adam Namouchi porta a casa un 9° ed un 13º posto rispettivamente nelle specialità Ne-Waza e Fighting system -62kg, confermando la sua crescita considerando la sua giovane età. Federico Maroni arriva 17º nel Fighting system -69kg: sorteggio poco felice che lo vede affrontare al primo incontro il campione del mondo in carica della sua categoria, mentre al secondo incontro va contro il vice campione europeo. Debutto internazionale per la coppia Ben Brahim Salah e Gianmarco Iazzetta che nel duo system classic men riescono a portare a casa una medaglia di bronzo vincendo la finale per il 3° posto proprio contro la coppia maschile padrone di casa. Stesso risultato anche nel duo system mix, dove Michele Vallieri e Sara Paganini vincono la medaglia di bronzo strappandola alla coppia francese in una finale senza storia. Dulcis in fundo la prestazione della coppia femminile composta da Sara Paganini e Linda Meotti nel duo system women. Le due arrivano agilmente in finale per la medaglia più preziosa contro la coppia austriaca che da quasi 7 anni domina in maniera tirannica la categoria femminile. La finale è tiratissima e alla fine la spuntano le biancorosse per pochissimo, ma la prestazione e l’età delle ragazze italiane fa sperare in un futuro (nemmeno troppo lontano) in cui il dominio austriaco cadrà per far spazio a quello azzurro. La qualità del Ju Jitsu Shinsen si conferma ai massimi livelli europei, e questa spedizione in terra parigini lo conferma nuovamente.
Merci pour les émotions les gars!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *