Gli eccidi del Castello: i volti delle vittime 70 anni dopo

Eccidi del Castello

Ricorrono oggi 70 anni dall’eccidio estense. La lunga notte del ’43 in cui 11 ferraresi innocenti furono fucilati dagli squadristi per vendicare l’omicidio del federale Ghisellini. Oltre alla tradizionale cerimonia davanti al muretto del Castello quest’anno una mostra farà conoscere i volti delle vittime di quello che è il primo eccidio della storia della resistenza.

Pasquale Colagrande, Mario e Vittore Hanau, Ugo Teglio, Giulio Piazzi, Mario Zanatta, Arturo Vita Finzi, Emilio Arlotti, Gerolamo Savonuzzi,, Arturo Torboli e Cinzio Belletti. I volti, i nomi e le storie degli 11 innocenti fucilati all’alba del 15 novembre del 1943 sono lungo il muretto del Castello. Sagome che ci guardano e invitano a non dimenticare. Nel 70esimo anniversario dell’eccidio estense Ferrara, con una cerimonia in corso Martiri della Libertà alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, ricorda quella notte, in cui 11 cittadini innocenti furono uccisi dagli squadristi per vendicare l’assassinio del Federale Igino Ghisellini, ma ricorda anche il sacrificio di tutti coloro che in quegli anni, per difendere gli ideali e della nascitura Repubblica Italiana, hanno pagato con la loro vita.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *