Gli indignandos tornano in piazza

Gli indignados tornano in piazza un anno dopo: coloro che diedero vita, un anno fa, a quel movimento giovanile di opposizione allo strapotere della finanza che si propagò dalla Spagna a tutto il pianeta tornano in piazza.

Il movimento degli indignados si formò a Madrid il 15 maggio del 2011: era un movimento popolare e giovanile spontaneo che metteva in discussione il sistema economico finanziario globale, causa della inarrestabile crisi economica di cui tutti stiamo facendo le spese. Culminò nel movimento Occupy Wall Street di New York e nel famoso slogan: “Noi siamo il 99%.

Domani quel 99% sembra intenzionato a tornare allo scoperto, e le iniziative sono in programma in tutto il mondo. Gli indignati italiani, in particolare, si accamperanno presso le terme di Caracalla a Roma e dalle 18 terranno un’assemblea sul tema “risolviamo il disagio”. Sono previsti tre giorni di attività: laboratori e dibattiti sull’economia, sulla crisi economica, sulla nonviolenza, sui modelli di democrazia diretta; momenti di confronto fra le varie associazioni attive nel territorio, e il 15 una manifestazione conclusiva a San Giovanni.

Manifestazioni e cortei sono previsti naturalmente in Spagna, dove la protesa è cominciata un anno fa. La mobilitazione globale sarà preceduta da un’assemblea virtuale, in rete, poi i cortei sfileranno in ben 78 Stati del mondo e in 868 città. 

Gestione della crisi, corruzione, mancanza di futuro: questi sono i temi che faranno da filo conduttore alle tanti manifestazioni, in Europa e nel mondo.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/05/02indignados-300×119.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120511_02.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *