Governo tra stagnazione e crescita

L’economia europea è a crescita zero, l’Italia, nei primi tre mesi del 2012, ha visto un calo del proprio prodotto interno lordo di quasi l’1 per cento.

Intanto, una importante agenzia di rating abbassa il proprio giudizio sull’affidabilità di 26 banche italiane: per il leader dell’UDC Casini, è l’effetto di un vero e proprio disegno per colpire l’Italia e la sua economia.

La situazione economica è molto difficile, ma le ricette che il governo comincia a mettere in campo per tornare alla crescita non sembrano convincere fino in fondo imprenditori e sindacati.

Il governo Monti ha appena varato un piano per il rilancio del mezzogiorno che sblocca 2,3 maliardi di fondi europei. Una parte di questi fondi – 900 milioni – serviranno a incentivare la competitività delle imprese: “non si tratta però di nuove risorse – sottolinea il segretario provinciale della Cisl Paolo Baiamonte – Per questo il mio sindacato, a cominciare dal segretario generale Bonanni, è piuttosto scettico sull’effettiva incisività delle misure”.

Ancor più radicale il segretario della CGIL Giuliano Guietti: “Il piano per il sud del governo – spiega – è largamente insufficiente: si tratta di provvedimenti marginali, rispetto all’enormità dei problemi che ha oggi il nostro Paese. Eppure – continua Guietti – una vera inversione di tendenza è necessaria, se non vogliamo che l’economia del Paese muoia”.

Negli ultimi due anni – osserva il presidente regionale della CNA Paolo Govoni – 5000 imprese hanno chiuso i battenti in Emilia Romagna: considerando una media di tre occupati ad impresa, abbiamo 15mila posti di lavoro persi nel settore della Piccola e media impresa. Per ottenere risultati degni di questo nome – aggiunge Govoni – non basta rimodulare la destinazione dei fondi europei, bisogna anche intervenire sulla spesa pubblica improduttiva. Il 26 maggio terremo a Bologna una manifestazione, insieme a Confartigianato, per chiedere al governo un’azione più incisiva a sostegno delle piccole e medie imprese”.

 [flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120515_01.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *