Grattacielo, arrestato un altro spacciatore

OMOZEE Osas
Omozee Osas, detto “Vito”

Era solito spacciare nella zona che compresa tra via porta Catena, Oroboni ed i giardini del grattacielo. Gli sono state addebitate, dalle indagini condotte dalla Polizia, circa 150 cessioni di stupefacente in due anni, ad una decina di assuntori ferraresi. La dose, circa un grammo, veniva venduta ad un prezzo che oscillava dai 40/70 euro. Da ieri però si trova in carcere a Ferrara

Si tratta Omozee Osas, nigeriano, 30 anni, di cui l’ultimo domicilio conosciuto a Ferrara era situato in zona Foro Boario. L’uomo aveva fornito diversi alias durante le identificazioni da parte delle forze di polizia per dissimulare la sua vera identità anche se alcuni lo conoscevano con lo pseudonimo di “Vito”.

Il trentenne aveva un permesso di soggiorno ed aveva avuto il diniego dalla Commissione di Bologna per ottenere il permesso di soggiorno per motivi umanitari

L’uomo era irreperibile dal settembre scorso ma ieri gli uomini della sezione antidoga della Squadra Mobile, in collaborazione con l’Ufficio Immigrazione di Ferrara, l’hanno arrestato e condotto al carcere di via Arginone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *