“Grazie senza fine”: Castagnoli si congeda da Ferrara dopo oltre vent’anni al Comando della Polizia Provinciale – VIDEO

Un congedo pubblico, che anticipa di 12 giorni la data ufficiale del pensionamento di Claudio Castagnoli, quello che si è svolto ieri nel cortile del Castello Estense per salutare un ormai “storico” Comandante della Polizia Provinciale di Ferrara.


Cerimonia nel loggiato del Castello Estense ieri pomeriggio per il saluto di Claudio Castagnoli, comandante della Polizia Provinciale, alla città e alla provincia di Ferrara, che ha servito per oltre vent’anni con dedizione, onore e generosità, come è stato sottolineato a più riprese ieri dalle autorità presenti, negli interventi poco formali, ma per molti all’insegna dell’amicizia che hanno preceduto il discorso di congedo del festeggiato.

A salutare Castagnoli, in  rappresentanza di numerose Istituzioni ferraresi  presenti al tavolo dei relatori, ricordiamo il presidente pro tempore della Provincia,  Nicola Minarelli il Prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, il sostituto procuratore Stefano Longhi, ma anche, fra gli intervenuti,  l’arcivescovo di Ferrara Comacchio Gian Carlo Perego il Questore Cesare Capocasa,  i comandanti dei Carabinieri Stiffanelli, della Guardia Di Finanza D’Elia, il presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni, Stefano Calderoni  presidente  del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara e Franco Dalle Vacche presidente per dieci anni del Consorzio, che a lungo ha collaborato con il comandante Castagnoli, come altri presenti, l’ex sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani e   l’ex presidente della Camera di Commercio, Carlo Alberto Roncarati.

Fra i presenti anche docenti universitari, direttori di testate e riviste e, fra i più cari al comandante, che li ha citati per primi nel suo breve saluto, tanti uomini e donne della Polizia Provinciale fra cui l’assistente scelto Marco Ravaglia, che ha condotto  la cerimonia non senza commozione quando ha ricordato l’affetto con cui il Comandante lo ha accompagnato nel difficile recupero dopo il brutale episodio in cui rimase ferito da Igor quattro anni fa.

Una vita spesa in difesa del territorio, quella del comandante Castagnoli, nella lotta contro i colpevoli di reati ambientali, ma anche contro l’indifferenza e l’inciviltà di chi purtroppo lo abita, ignorandone il valore, la bellezza e la ricchezza. Un territorio certamente fragile che il comandante Castagnoli con instancabile attività non solo di servizio, ma anche di animazione di gruppi di volontariato, ha tutelato in questi anni e insegnato a tanti cittadini a rispettare.

Questo il leit motiv della giornata, chiusa dal ringraziamento del Comandante Castagnoli a quanti hanno sostenuto l’attività sua personale e del corpo della Polizia provinciale nell’ultraventennale attività che lo ha visto animatore indiscusso di una sorta di green deal ferrarese, di cui, come nessuno dubita, continuerà ad essere uno dei sostenitori più qualificati.

Dalia Bighinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *