Guardia di Finanza, sequestrati 167 Kg di vongole prive di etichettatura e tracciabilità

Nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio, con particolare riguardo al contrasto dei traffici illeciti, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ferrara hanno sottoposto a sequestro 167 chilogrammi di vongole veraci grosse, prive della prescritta etichettatura e tracciabilità.

Nel dettaglio, i finanzieri della Tenenza di Codigoro hanno sottoposto a controllo, nel territorio del comune di Goro, un furgone per il trasporto di prodotti alimentari, condotto da un cittadino italiano. All’interno del veicolo, dietro ad altre cassette di pesce regolarmente etichettate, gli uomini delle Fiamme Gialle hanno rinvenuto, occultate, cassette di vongole non etichettate e prive dei documenti necessari all’identificazione del prodotto e al relativo trasporto. Gli approfondimenti effettuati e le dichiarazioni rese dal trasgressore hanno consentito di appurare che la partita di vongole era destinata al mercato italiano. Terminate le operazioni ispettive, il prodotto rinvenuto, ancora allo stato vivo e vitale, è statorigettato in mare.

Al trasgressore, colto in flagrante durante il trasporto di molluschi eduli lamellibranchi non accompagnati dal previsto documento di registrazione e di identificazione dei prodotti, è stata comminata la sanzione amministrativa, prevista dall’art. 6, comma 11 del Decreto Legislativo 06/11/2007 nr. 193, che prevede il pagamento di unapena pecuniaria da € 1.000,00 a euro 6.000,00.

La normativa in argomento, finalizzata a tutelare la salute dei cittadini, prevede che i consumatori, attraverso i documenti di identificazione dei prodotti, devono poter disporre di tutte le informazioni in modo tale da scongiurare il rischio di consumare generi alimentari non trattati nel rispetto delle norme igieniche e sanitarie.

L’operazione si inserisce nell’ambito delle attività ispettive della Guardia di Finanza a tutela della salute dei cittadini, volte a garantire il rispetto delle disposizioni normative anche in campo economico, per salvaguardare le aziende che operano nel rispetto delle regole e reprimere illecite attività che possono favorire concorrenza sleale sul mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *