Duecentocinquanta persone bloccate in treno per sei ore

Circa 250 passeggeri di un treno Regionale sono rimasti bloccati per circa sei ore ieri sera lungo la linea Venezia-Bologna, a causa di un guasto al locomotore del convoglio, che si è fermato fra le stazioni di Occhiobello e Ferrara.

Una parte della lunga attesa è stata al freddo, poiché la mancanza di alimentazione ha provocato anche lo spegnimento del riscaldamento a bordo, mentre l’illuminazione non è mai mancata. Lo ha confermato Trenitalia, che si scusa con i viaggiatori per il disagio e assicura a tutti il rimborso del biglietto. Il guasto si è verificato poco dopo le 21 e ha fatto fermare il convoglio ‘in piena linea’, in un tratto cioè dove non era possibile fare scendere le persone per trasbordarle su un altro treno o su pullman.

I tempi di soccorso si sono allungati più del previsto – ha spiegato ancora Trenitalia – perché il locomotore che avrebbe dovuto trainare il Regionale fino a Ferrara non ha potuto, per un altro problema tecnico, agganciare la motrice del treno in panne.

E’ così stato necessario inviare un secondo treno di soccorso, partito da Polesella (Rovigo), che ha raggiunto in coda il Regionale e lo ha spinto fino a Ferrara, dove è arrivato verso le 3.30 di notte. Dei circa 250 viaggiatori, alcuni sono scesi a Ferrara mentre la maggior parte ha proseguito fino a Bologna. Qui, una quindicina di persone, che dovevano proseguire per altre destinazioni e avevano perso le coincidenze, sono state aiutate dall’assistenza clienti di Trenitalia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *