“Gusto e Salute”, giovani coinvolti su significato delle vie del cibo nella prevenzione oncologica

L’iniziativa che oggi è stata presentata in conferenza stampa, coinvolge l’Istituto Alberghiero Orio Vergani che sarà la sede di un seminario di lavoro rivolto agli Istituti Alberghieri che partecipano al Programma Cibo: “Gusto e Salute” per valorizzare il carattere esperienziale del confronto fra docenti e operatori e promuovere il coinvolgimento attivo dei giovani sul significato simbolico delle vie del cibo nella prevenzione oncologica.

Il Seminario sarà in collaborazione con le Associazioni territoriali regionali della LILT, SIAN e la Rete Regionale Istituti Alberghieri.

Il Dirigente Scolastico dott. Massimiliano Urbinati, il Prof.Edgardo Canducci, presidente della Lilt di Ferrara e la dott.ssa Cristina Saletti, direttrice del Sian di Ferrara hanno presentato questa fase del progetto “Guadagnare in salute con la Lilt” che da anni vede coinvolti gli Istituti Alberghieri, la Lilt e il Sian con la conduzione dei Luoghi di Prevenzione di Reggio Emilia.

verganiIl Seminario si terrà presso la sede dell’IIS Vergani-Navarra, il prossimo mercoledì 4 maggio, dalle 9 alle 15 e vedrà coinvolti circa 50 alunni delle scuole Alberghiere dell’Emilia Romagna aderenti a RE.NA.I.A. che lavoreranno insieme , nella modalità didattica peer to peer , ad operatori della Lilt, del Sian e a molti docenti.

Il Progetto, nato diversi anni fa, ha visto una crescita di partecipazione e di interesse in questi ultimi anni e oggi coinvolge anche Istituti Alberghieri provenienti da tutta Italia e che per ora sono stati coinvolti con la didattica a distanza.

Saranno costituiti sei gruppi misti di lavoro che , durante la mattinata si confronteranno su temi di prevenzione oncologica come Alimentazione equilibrata, Lotta al Tabagismo e all’Alcolismo e saranno condotti da Sandra Bosi responsabile Servizi di Formazione e Promozione della Salute Lilt di Reggio Emilia, Edgardo Canducci e Rodolfo Pazzi, docenti universitari dell’Università degli Studi di Ferrara e ripettivamente Presidente e Vicepresidente della Lilt di Ferrara, Maria Rosaria Testa e Giulia Carara docenti dell’IIS Vergani-Navarra e Claudia Monti del IOR, affiancati da operatori della Lilt e del Sian.

Seguirà un momento conviviale con un pranzo veloce nel salone di Palazzo Pendaglia che vedrà impegnati anche altre due classi in una esercitazione speciale

Al termine è previsto un momento di restituzione dei lavori svolti.

Sin dal 2010,vergani con il Progetto “Scegli con gusto, gusta in salute”,la Regione Emilia-Romagna ha legato il tema dell’adozione di stili di vita salutari nei giovani alla prevenzione del consumo a rischio di alcol e a scelte alimentari consapevoli attraverso un programma indirizzato agli Istituti Alberghieri che pone al centro la relazione fra gusto e piacere nei gruppi e nelle comunità. Gli Istituti Alberghieri possono infatti avere una doppia valenza educativa:

1) educare i propri studenti a scelte di tipo salutare fornendo così ai prossimi operatori del settore alimentare gli strumenti professionali più adatti ad influenzare positivamente le scelte dei futuri clienti verso il consumo di alimenti sani;

2) diventare un punto di formazione attiva per ogni Scuola e ogni Ente del territorio (Aziende USL, Comune, Associazione) che intenda trattare i temi di alimentazione e alcol in termini di consumo consapevole disponendo di formatori esperti (docenti) e di giovani che sensibilizzati al problema, possono svolgere una funzione educativa fra i coetanei (educazione fra pari). L’obiettivo è quello di inserire nel curriculum scolastico proposte di approfondimento tematico e rielaborazione pratica di educazione al gusto finalizzate alla prevenzione dei tumori e delle malattie croniche che si possono contrastare con l’adozione di stili di vita e scelte alimentari salutari soprattutto nell’età giovanile. Si mira a modificare la “relazione culturale” degli Istituti Alberghieri con la comunità come entità educante nei confronti di alcol e cibo per favorire scelte consapevoli.

verganiL’esperienza della Regione Emilia-Romagna con il coinvolgimento degli Istituti Alberghieri di tutte le province, la collaborazione con i nutrizionisti e i dietisti dei Servizi Igiene Alimenti e della Nutrizione delle Aziende USL, l’Ufficio scolastico regionale, ha favorito il confluire del programma nel Progetto Guadagnare Salute con la LILT, promosso dalla Sede centrale della Lega italiana per la lotta contro i Tumori, con il Ministero della Istruzione. Il nuovo titolo: Cibo: gusto e salute, è legato alla partecipazione di Istituti Alberghieri di quasi tutto il territorio nazionale, di attività di educazione fra pari in presenza e a distanza fra diverse regioni d’Italia, da azioni di tutoraggio svolte dai docenti degli Istituti Alberghieri della Regione Emilia-Romagna anche con azioni finalizzate alla sostenibilità e alla lotta allo spreco e alla collaborazione con l’Associazione nazionale degli Istituti Alber

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.