Hera-Acegas, approvata la fusione

Dal primo gennaio del prossimo anno, la fusione della multiutility bolognese Hera con la gemella Acegas di Padova e di Trieste diventerà realtà. La proposta ha ottenuto il via libera dall’assemblea dei soci di Hera grazie al voto favorevole del 99,96% dei 242 azionisti presenti, in rappresentanza di più di 862 milioni di azioni.
Hera acquisirà immediatamente il 62,69% del capitale sociale di Acegas, e successivamente promuoverà un’offerta pubblica sulla quota rimanente delle sue azioni. La multiutility bolognese si trasformerà, dunque, nel secondo gruppo in Italia del settore, ma nel primo operatore per la quantità dei rifiuti trattati, e raggiungerà una produzione superiore ai 4,5 miliardi di euro.

Soddisfatto del risultato, oltre al Presidente Tomaso Tommasi di Vignano, anche Daniele Manca, Sindaco di Imola e Presidente del Patto dei Sindaci soci pubblici di Hera.
«Questa operazione è decisiva per la competitività del nostro sistema economico e territoriale». Altrimenti, il rischio sarebbe quello «di essere spazzati via dalle liberalizzazioni».

Eppure, non pochi Primi Cittadini avevano espresso forti dubbi sul progetto di fusione, o si erano schierati apertamente contro.
A Sasso Marconi il Partito Democratico si era astenuto facendo passare il no, mentre a Forlì e a Rimini quella stessa maggioranza si era apertamente dichiarata contraria. E anche “in casa” il progetto non ha avuto vita facile, con il sì che è passato esclusivamente grazie al voto favorevole dell’ex Amministratore delegato di Hera Stefano Aldrovandi.

E la produzione stimata dopo la fusione non sarà l’unico numero ad avere tanti zeri. Nessun compenso dei dirigenti, infatti, verrà tagliato.
E contando stipendio, benefit, contributi e premi, Tommasi di Vignano continuerà a guadagnare –la stima è del Movimento 5 Stelle- più del Presidente Barack Obama. Che non pagherà l’affitto della Casa Bianca, ma governa su un intero continente e non su tre regioni.

[flv]http://telecentronew-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telecentronew&contentId=4ac0e76b-9169-45a1-abfd-fa40df2d8a9e&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Hera-Acegas, approvata la fusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *