Hera: il caso su “Report” – VIDEO-COMMENTO del SINDACO TAGLIANI

hera
Milena Gabanelli e il caso di Hera su “Report”

Scorie inquinanti e pericolose nel sottosuolo di Bologna, a due passi dal centro storico, in viale Berti Pichat, sotto l’attuale sede centrale della multiutility Hera. E’ questa l’accusa lanciata dalla puntata in onda domenica sera di Report, il settimanale d’inchiesta di Rai Tre curato da Milena Gabanelli.

La presenza di scorie inquinanti sotto la sede di Hera risalirebbe alla precedente attività effettuata in quel luogo dalla fine dell’800 agli anni ’60 del Novecento: la produzione di gas partendo dalla distillazione del carbon fossile, e il successivo stoccaggio del gas da immettere successivamente nella rete di alimentazione bolognese . Lì si trovava il cosiddetto ‘gasometro di Bologna’. Il punto è che nel 2008, a 2 metri di profondità, durante una serie di normali attività di cantiere, sono state trovate 1.500 tonnellate di cianuri e altre sostanze, tutte altamente tossiche, generate dalla precedente attività di produzione del gas. Sono scorie pericolose? I dipendenti di Hera, circa 700, che ogni giorno si recano in quella sede, si devono preoccupare? La procura di Bologna ha acquisito le registrazioni di Report; sono tuttavia già in corso, ha precisato la procura, due indagini sulla situazione dei terreni in cui ha sede Hera.

Un imprenditore centese infatti, Corrado Sallustro, Amministratore della ditta CoGeFer, aveva acquistato da Hera un lotto all’intero dell’area per edificarlo: a quanto riferisce l’ANSA avrebbe poi rescisso il contratto sentendosi danneggiato proprio dalla presenza di sostanze inquinanti nei settori vicini a quello che aveva acquistato. Da qui le denunce incrociate, di Hera contro la Cogefer, e della stessa Cogefer contro Hera. Oggi sono incontro due inchieste, quella contro Hera riguyartderebbe l’ipotesi di reato ambientale. Il punto resta quello di carattere ambientale: quelle tonnellate di sostanze nocive nel sottosuolo sono pericolose per cittadini e lavoratori? Hera risponde di no e afferma “in questi anni ci siamo comunque fatti di carico delle necessarie operazioni di bonifica raggiungendo sino ad ora un terzo circa dell’area della sede. Da dieci anni è in atto un piano di risanamento delle falde acquifere sotterranee e dal 2009 un piano di monitoraggio dell’aria”. Intanto, il senatore Giovanardi del NCD chiede le dimissioni del presidente di Hera Tomasi di Vignano e del sindaco di Bologna Virginio Merola. E il movimento cinque stelle in una nota dice: “Bisogna fermare lo strapotere di Hera in Emilia Romagna”.

Il sindaco Tagliani commenta il servizio di “Report” su Hera

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/tagliani_report.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/08-ok-tagliani-su-hera-report_20141117182927.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *