Hera: un progetto risparmiare sulla luce

hera luce

Consentire una riduzione delle spese di illuminazione, sia agli enti pubblici che ai privati.

E’ l’obiettivo di un progetto targato Gruppo Hera, realizzato attraverso una etichetta energetica ed una scala di valori relativa all’influenza della luce artificiale sul ciclo sonno/sveglia.

Oggi dunque, è possibile ottimizzare i consumi di impianti e apparecchi di pubblica illuminazione, regolarizzando gli effetti della luce artificiale sullo stato psico-attitudinale dell’uomo, grazie alle ricerche condotte da Hera Luce che sono state recepite dalla direttiva regionale sull’efficientamento energetico e inquinamento luminoso.

L’operazione di Hera Luce, non tende solo a promuovere un benchmarking energetico e ambientale legato alla pubblica illuminazione, ma anche a dare concreta applicazione ai Criteri Ambientali Minimi, utili a classificare come “sostenibile”, un prodotto.

Lo scopo dei Cam per la pubblica amministrazione è promuovere l’adeguamento degli impianti esistenti o realizzarne di nuovi, rispettando le norme di sicurezza per gli utenti, riducendo l’impatto ambientale e l’inquinamento luminoso, ottimizzando le risorse energetiche ed eliminando sostanze pericolose per l’uomo e l’ambiente.

Le schede messe a punto da Hera Luce – Gruppo Hera, oltre ad elencare i consumi e le prestazioni, forniscono anche indicazioni sul funzionamento dei prodotti, assegnando loro una classe energetica. I criteri scelti per stabilire il consumo riguardano sia il singolo apparecchio illuminante, sia l’intero impianto, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, tradizionale o recente che sia, fornendo così validi termini di paragone, ancfhe nel caso di nuove soluzioni, come le sorgenti luminose a Led.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *