HOCKEY: a Padova primo stop Warriors

Un pizzico di presunzione di troppo è costata aio ferraresi la sconfitta, 2 a 1, nella tana Ghots

Ferrara subisce il primo vero stop alla sua corsa sul campo dei Ghosts Padova, dove gli estensi escono battuti con il punteggio di 2 a 1 e per la prima volta in questo campionato non racimolano punti.
Se negli incontri precedenti i Warriors avevano compreso quale fosse l’atteggiamento da tenere per vincere, questa volta hanno deciso di sperimentare cosa fare per perdere. Esperimento riuscito.
La squadra è scesa in campo senza la solita determinazione, la costruzione del gioco è risultata più macchinosa, lenta e di conseguenza meno efficace di quanto ci avevano abituato a vedere fino oggi e complice anche una superba prestazione del portiere avversario i ferraresi non sono riusciti a ritrovare quella vena realizzativa che avrebbe potuto cambiare la storia del match.
Il Padova si è presentato in campo ordinato, ha condotto la sua gara con intelligenza tattica e pur facendo meno possesso di disco e tirando in porta meno degli estensi è riuscito a mettere a segno una doppietta che poi ha egregiamente difeso fino alla fine della partita.
Vogliamo sottolineare di nuovo l’eccellente prestazione del portiere patavino Ermanno Laner che è stato determinante per tenere a galla i suoi e portarli alla vittoria.
La cronaca della partita vede un Ferrara sotto tono che spreca molte occasioni davanti alla porta avversaria mentre il Padova riesce ad andare in rete due volte con tiri non irresistibili. La rincorsa estense si infrange sempre contro il muro eretto da Laner che soltanto Gaboriau riesce a scalfire a 8 minuti da fine gara con un tiro imparabile che colpisce il palo interno e finisce in rete.
2 a 1 è il punteggio che resisterà fino alla sirena finale.
Sconfitta da non drammatizzare e che vogliamo interpretare come una piccola spia che si è accesa sul cruscotto della macchina estense ma siamo fiduciosi che basterà un piccolo intervento di manutenzione per riportare la macchia a girare a pieno regime.
Complimenti al Padova che si è meritato in pieno i tre punti e ha dimostrato ( se mai ce ne fosse ancora bisogno) di essere quella realtà consolidata che tutti conosciamo.
Da domani ancora tutti in pista per preparare al meglio quella che si presenta come un’altra gara estremamente impegnativa, ovvero il recupero mercoledì sera alle 20:30 della partita rinviata il 9 ottobre contro un lanciatissimo Asiago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *