HOCKEY: buona ripartenza per i Warriors

Dopo lo stop forzato, vittoria 2 a 1 a Verona

Dopo la schiacciante vittoria ottenuta sul Piacenza per 14 a 2 nella partita giocata il 27 Novembre, il team estense, causa alcune positività al covid e conseguenti isolamenti fiduciari ha osservato uno stop forzato fino alla partita di ieri. Stop che ha comportato il rinvio della gara con Asiago e della partita di Coppa Italia contro i Tigers Tergeste.
La trasferta a Verona si presentava particolarmente complicata, assenti i tre top scorer del Ferrara Alessio Lettera, Alexandre Gaboriau , l’allenatore/giocatore Alessio Crivellari e con Zabbari e Duchemin recuperati in extremis, affrontare il Verona, squadra ben strutturata, che già all’andata ci aveva messo in difficoltà, assumeva un po’ i toni dell’impresa.
Mancano gli assi ma il Ferrara reagisce bene, gioca di squadra, con ordine e tranquillità, tranquillità oggi dovuta anche alla polizza assicurativa schierata tra i pali di nome Marco Peruzzi.
Sostanziale equilibrio in campo ma con gli estensi che riescono a fare la differenza interpretando al meglio il ruolo difensivo e rendendosi implacabili nello sfruttare le occasioni di superiorità numerica per andare in gol.
È proprio in power play che il Ferrara a 5 minuti dalla fine del primo tempo segna la prima rete grazie ad una prodezza balistica di Matteo Bellini.
Si va al riposo su questo punteggio.
La ripresa vede gli Estensi che continuano a giocare con ordine, molto attenti nella fase difensiva ed è proprio grazie alla difesa forte e organizzata che riescono ad annullare un doppio vantaggio numerico dei padroni di casa che non approfittano di un 4 contro due per doppia penalità al Ferrara.
Chi invece sa mettere a frutto le superiorità numeriche sono proprio i Warriors che ancora grazie ad un power play e ad un’altra prodezza balistica sempre di Matteo Bellini vanno al raddoppio.
Mancano ancora 15 minuti alla fine della partita, folata offensiva del Verona molto ben contenuta dai Ferraresi che gestiscono bene la gara. A 16 secondi dalla sirena finale gli scaligeri segnano il gol della bandiera con Simone Carrer che è abile e fortunato a raccogliere un disco in una mischia davanti a Peruzzi e ad appoggiarlo in rete.
Finisce 2 a 1 per i Warriors, tre punti doppiamente preziosi per come sono stati ottenuti nonostante l’organico pesantemente ridotto. Applausi a Marco Peruzzi per la prestazione tra i pali e complimenti a tutta la squadra per il gioco e la determinazione espressa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *