I Buskers con la “musica riciclata”

Strumenti ricavati da materiali di recupero e da elettrodomestici usati. Da anni il festival dei Buskers, o meglio l’Ecofestival, vuole rispettare l’ambiente, ma quest’anno, con la 25esima edizione, lo farà ancora di più. Dopo l’anteprima di Comacchio, da sabato il festival arriva in città, accompagnato dal “Riciclato Circo Musicale”.

Durante la settimana dei Buskers non saranno protagonisti solo i 20 gruppi di artisti di strada arrivati dall’Unione Europea, ma anche il pubblico sarà coinvolto come non mai.

Sabato alle 17 in piazza Municipale arriva il Riciclato Circo Musicale, accompagnato dal motto “Non buttate via niente, anzi suonatelo”. Gli organizzatori lo hanno definito un crescendo di suoni ed emozioni con strumenti ricavati a partire da materiali di recupero e da elettrodomestici. Non mancherà un gran finale dicono, perché il pubblico sarà chiamato a far parte di questa eco-orchestra.

Intanto tra i vicoli e i canali improvvisamente invasi dalla musica di strada, l’anteprima di Comacchio ha dato ufficialmente il via alla 25esima edizione del Ferrara Buskers Festival, dedicato quest’anno ai paesi dell’Unione Europea. Il Delta del Po ha offerto al pubblico un assaggio della Rassegna Internazionale del Musicista di Strada al traguardo del quarto di secolo.

Da sabato poi fino al 26 agosto il palcoscenico si sposterà all’ombra del Castello Estense, per un Ecofestival che mira a raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto con una dedica speciale del Grande Cappello.

 

Un pensiero su “I Buskers con la “musica riciclata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *