I Presepi di Giovanni Paolo II a Ferrara

presepi

Chiuderà il giorno di Natale la mostra che espone a partiredalla sala del Sinodo del Palazzo Arcivescovile di Ferrara i modelli originali dei presepi voluti dal Beato Giovanni Paolo II, da cui sono stati realizzati i presepi di Piazza S. Pietro a Roma durante le festività natalizie negli anni del suo Pontificato.

La mostra è realizzata dalla Fondazione Enrico Zanotti e dal Centro Culturale Umana Avventura, in collaborazione con Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio e Ascom.

Il presepio è il simbolo del Natale cattolico, un atto di preghiera che si rinnova ad ogni 25 dicembre , conuista bambini e adulti e trova sempre nuovi estimatori negli allestimenti più diversi da quelli più raccolti e semplici delle case private a quelli più scenografici e artistici di tante Chiese e luoghi di culto, ma anche di musei . Piccole natività che teatralizzano la vicenda centrale del cristianesimo.Un posto a sé merita il presepe di Piazza San Pietro a Roma, opera dell’architetto Angelo Molfetta, che, ispirandosi alla tradizione dei presepi del Salento, sua terra natale, nel 1999 inizio a progettare alcuni modellini su commissione del Vaticano, per inaugurare l’anno del Giubileo con un nuovo grande presepe. Quello selezionato da Giovanni Paolo II presenta 14 statue, di cui nove ottocentesche e 6 realizzatedallo scultore pugliese Francesco Narracci, si sviluppa nella realtà su 300 metri quadrati rappresentala vicenda della Sacra Famiglia in una versione per così dire storica. Il modellino di questo presepe ,visibile dai fedeli da tutti i lat, è in mostra fino a Natale proprio qui a Ferrara nelle sale del Palazzo arcivescovile. il percorso di visita parte dalla sala del Sinodo che ricorda nel nome stesso la visita a Ferrara di Giovanni Paolo II. Il percorso espositivo evoca la figura del Beato Giovanni Paolo lungo tutto il percorso, non soloper la presenza dei modellini di presepe, ma perché si conclude nelle stanze dove il pontefice abitò durante la sua visita a Ferrara nel settembre ( 22 e 23 ) del 1990.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *