In mille da Ferrara al corteo a Roma

“Grazie alle/ai tantissime/i ferraresi, oltre 1000, che sono partiti con ogni mezzo da tutta la provincia, a chi è riuscito ad arrivare in piazza San Giovanni e in particolare ai tanti che sono rimasti fuori, fermi all’entrata della metro e anche a chi non è praticamente sceso dal pullman”. 
Così il comunicato dei sindacati in merito alla manifestazione di ieri a Roma, organizzata da Cgil, Cisl e Uil
“Segno di una partecipazione straordinaria, una grande manifestazione di popolo, una piazza unita e solidale che ha parlato a tutto il Paese e che ha condannato in modo netto e fermo nuovi e vecchi fascismi” continuano i sindacati. “Lavoro, salute, cultura, uguaglianza, istruzione, democrazia e rispetto sono le parole che salgono chiare dal palco di CGIL, CISL e UIL e saranno la bussola per portare avanti un’idea di società anche a Ferrara attraverso il Patto per il lavoro”.
“Oggi era un’occasione per sostenere il sindacato unitario e la partecipazione democratica – sottolineanon Cgil, Cisl e Uil. “Chi non l’ha fatto ha perso un’occasione per prendere le distanze dallo squadrismo fascista. Orgogliosi per aver rappresentato una bella faccia del Paese, quella nera e asfittica lasciamola sepolta al ventennio del secolo scorso”.

 

 

Cgil, Cisl e Uil, e con loro il centrosinistra, sono scesi in piazza per dire “No” ai fascismi e alla violenza, “sì” al lavoro, alla sicurezza e ai diritti.

Secondo la stima finale dei sindacati, a manifestare c’erano 200mila persone. Secondo fonti della Questura, circa 50mila.

Unite le tre organizzazioni perché l’assalto “squadrista” alla sede della Cgil di sabato scorso è considerato un attacco a tutto il sindacato confederale, al mondo del lavoro e alla democrazia.

Erano presenti anche diversi rappresentanti sindacali di Ferrara, che sono partiti dalle prime ore del mattino per aderire alla manifestazione nella Capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *