I sindaci eletti sono già al lavoro: i primi cento giorni a Goro e Vigarano

goroDiego Viviani, 43 anni, alla guida della lista civica “Goro e Gorino nel cuore”, guiderà il comune di Goro anche per i prossimi cinque anni.

Lo hanno deciso gli elettori nelle ultime elezioni amministrative: il sindaco uscente ha ottenuto, il 5 giugno, quasi il 50% dei voti espressi. Ho ripreso ad occuparmi dei lavori di sistemazione della Sacca di Goro – spiega – una parte dei quali potrebbero partire già la prossima settimana”. Si tratta di opere che serviranno a ristabilire l’equilibrio ambientale della sacca, e a sostenere l’allevamento delle vongole, che come si sa sono un elemento essenziale dell’economia di quel territorio. I lavori, concordati con la Regione Emilia Romagna, sono in parte finanziati dalla stessa Regione attraverso i fondi della protezione civile, in parte dal progetto Life della comunità europea.

Entro pochi giorni, aggiunge Viviani, cominceranno i lavori di innalzamento della banchina del porto di Goro: un’opera finanziata con fondi regionali, 340mila euro, attesa da anni: “la ditta – spiega il sindaco, è già incaricata. “Un altro progetto da seguire, e destinato a decollare a breve, è il rifacimento di via Gramsci, la strada di ingresso al paese”. 200mila euro, mutuo della Cassa depositi e prestiti che verrà pagato dal Comune, per modernizzare la viabilità cittadina.

Nel segno della continuità anche la ripresa dell’attività amministrativa a Vigarano Mainarda: anche qui il sindaco uscente è stato confermato alle elezioni del 5 giugno. Si tratta di Barbara Paron, che alle votazioni amministrative ha ottenuto il 37 per cento delle preferenze espresse dai propri concittadini. La vigilia delle elezioni era stata segnata da una protesta dei genitori dei bambini che frequentano il polo scolastico cittadino: “I presunti problemi del Polo scolastico sono stati in gran parte strumentalizzati a fini elettorali – spiega oggi il sindaco rieletto – Ma voglio comunque che tutto sia risolto entro l’estate, in modo che alla ripresa delle scuole i genitori non abbiamo più motivi di preoccupazione”.

Ma i lavorio pubblici non si fermano qui: “tra un mese – spiega il sindaco – inizieranno i lavori per la nuova scuola di Vigarano Pieve, e lavoreremo molto nella manutenzione stradale, per dimostrare che i lavori non si fanno soltanto in periodo pre elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *