‘Igor’ a processo per le efferate rapine del 2015 a Ferrara – VIDEO e INTERVISTE

Ora è ufficiale: Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, tutt’ora detenuto in Spagna con l’accusa di 5 omicidi, dovrà rispondere anche delle tre rapine efferate perpetrate nel 2015 a Ferrara e provincia.

Una lunga scia di reati tra Ferrara, Rovigo, e Bologna, un crescendo di violenza che iniziò nel 2007, e che si concluse dieci anni dopo, l’anno scorso, con l’uccisione di 5 persone tra Italia e Spagna e una caccia all’uomo durata 9 mesi. Questa la storia criminale di Norbert Feher, alias Igor Vaclavic: in mezzo, tre rapine violente, nell’estate del 2015, a Mesola, a Villanova di Denore e in via Coronella a Ferrara.

Ora dovrà rispondere anche di questi tre episodi efferati, per cui era già ricercato dalle forze dell’ordine ben prima degli omicidi dell’aprile dell’anno scorso.

 

 

Venerdì sera è stato notificato a Feher il mandato di arresto europeo emesso dal Tribunale di Ferrara su richiesta del procuratore Capo estense, Patrizia Castaldini. Il prossimo 18 ottobre, in occasione della prima udienza, il serbo dovrebbe comparire in videoconferenza dalla sua cella nel carcere di massima sicurezza di Zuera in Spagna.

“Non ci sarebbero elementi che riconducono ‘Igor’ alla rapina e all’omicidio Tartari del 2015” dicono i carabinieri, anche se il serbo in precedenza aveva fatto parte della banda. Dopo la sua cattura in Spagna avvenuta il 15 dicembre del 2017 per i tre omicidi di due agenti della Guardia Civil e del titolare di una azienda agricola, nei giorni scorsi è arrivata anche la richiesta di rinvio a giudizio della Procura di Bologna per gli omicidi di Davide Fabbri e Valerio Verri.

Le indagini proseguono per individuare gli eventuali complici che lo hanno aiutato a fuggire dall’Italia, ma anche per capire se esistono nuovi episodi, mai emersi, da contestare al killer serbo.

  • Sabato 12 maggio 2018 ore 13

Dovrà rispondere anche delle efferate rapine del 2015 Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, detenuto nel carcere in Spagna per il triplo omicidio del dicembre scorso in terra iberica e per gli omicidi del barista di Budrio e della guardia ecologica volontaria, il ferrarese Valerio Verri.

E’ arrivata l’ufficialità, ‘Igor’ dovrà rispondere anche dei reati di rapina commessi nel 2015 nel ferrarese, per cui era indagato.

Ieri sera è stato raggiunto dal mandato di arresto europeo emesso dal Tribunale di Ferrara su richiesta del procuratore Capo della città estense, Patrizia Castaldini. Il 18 ottobre prossimo ci sarà l’udienza.

Questa mattina la conferenza stampa nella caserma dei carabinieri in corso Giovecca a Ferrara, dove ha parlato il comandante provinciale dei militari, Andrea Desideri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *