“Igor” racconta la sua fuga dall’Italia

igor el pais
Foto da “El País”

Igor il Russo, alias di Norbert Feher, pluri-omicida ora detenuto in Spagna, avrebbe iniziato la sua fuga tra il 20 e il 25 maggio 2017, un mese e mezzo dopo l’omicidio di Valerio Verri e l’ultimo avvistamento nelle campagne tra Argenta e Molinella a inizio aprile.

Un’area diventata zona rossa l’8 aprile di quasi due anni fa dal quale il killer sarebbe riuscito a fuggire e a rifugiarsi nell’abitazione di un’amica nella periferia di Bologna.

Poi Ferrara, Mantova, Alessandria, il confine italo-francese, Nizza, Marsiglia fino ai Pirenei, per poi entrare nel territorio spagnolo del Principato di Andorra, infine l’Aragona, dove ha ucciso ancora prima di essere arrestato a dicembre del 2017.

Questa la fuga dall’Italia, riportata dall’Ansa, che avrebbe raccontato Norbert Feher al pm Marco Forte, in videoconferenza dalla Spagna, dov’è appunto detenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *