Il 2014 sarà l’anno della riscoperta del blues?

CRIVELLARO
Enrico Crivellaro

Il 2014 sarà l’anno della riscoperta del blues? E’ quello che si chiedono all”Oste in piazza”, a Medelana, dove continua anche quest’anno la rassegna “Oste blues”, una serie di concerti per far riscoprire a Ferrara e alla sua provincia la profondità della musica blues.

Venerdì 10 gennaio sarà il momento di Enrico Crivellaro e della sua Band: nei negozi di dischi degli Stati Uniti, i suoi dischi sono passati dagli scaffali di Blues alla sezione dedicata ai “Guitar Hero”, accanto a quelli di Chet Atkins, Eric Clapton e così via. La definizione di Guitar Hero forse contrasta con la natura sincera di Enrico Crivellaro e con la sua dedizione umile e genuina alla musica, ma certo fotografa adeguatamente il suo status di chitarrista di fama internazionale, da molti indicato—per il suo stile che fa da ponte tra il Blues, il Jazz, e la musica roots americana—come uno tra i più influenti della sua generazione.

I suoi più recenti CD, “Freewheelin” e “Mojo Zone”, editi dall’etichetta Nordamericana Electro-Fi, hanno senz’altro contribuito ad elevarlo a tale rango. Entrambi i dischi hanno riscosso un’ottima accoglienza, ricevendo eccellenti recensioni tra le quali spicca quella a 4 stelle di Downbeat, la più prestigiosa rivista di Jazz e Blues del mondo. Le 4 stelle assegnate a “Mojo Zone” sono un onore riservato ad una cerchia piuttosto ristretta di dischi, giustificate da Downbeat con la constatazione che il disco fissa “lo standard d’oro per gli album di Blues strumentale”, che trasuda “ispirazione, feeling ipnotico e delicatezza emotiva”, e che la “tecnica stellare” di Enrico gli permetterà di “conquistare l’America del Blues”.

Nato a Padova, in seguito trasferitosi a Los Angeles, e da molti anni costantemente in viaggio con una valigia e una chitarra, Enrico ha negli ultimi anni CRIVELLARO 4continuamente allargato i propri orizzonti con tour regolari negli Stati Uniti e in Canada, in Sudamerica, in tutta l’Europa, nel Sud-Est Asiatico e in Australia. Chitarrista eclettico ed un vero stilista del Blues, Enrico si è formato studiando con tre grandissimi quali Ronnie Earl, Duke Robillard e Kenny Burrell, e ha maturato una formidabile esperienza con alcune band storiche—quali tra le altre la James Harman Band, la Janiva Magness Band, e l’ incredibile punk-rock-blues band “13” di Lester Butler—e dividendo il palco con colleghi tra i quali chitarristi del calibro di Luther “Guitar Jr.” Johnson, Mel Brown e Jeff Healey.

Nel 2008 Enrico ha accompagnato in uno straordinario tour di tre settimane, in tutto il Canada, una delle leggende viventi dell’armonica: Lee Oskar. Di grande rilievo il fatto che Enrico entra così nella ristrettissima elite di chitarristi che negli anni hanno avuto l’onore di suonare con Lee Oskar, tra i quali figurano Carlos Santana, Jerry Garcia e Jimi Hendrix.

In tour in Australia nel 2000 con la swing band statunitense Royal Crown Revue–la band del film “The Mask”–Enrico ha suonato alle Olimpiadi di Sydney.

La sua recente partecipazione alla 30esima edizione dello storico Festival Jazz di Montreal si aggiunge ad una lista straordinaria di club e festival nei quali ha suonato, come la House of Blues di New Orleans, il B.B. King’s Blues Club di Memphis, il Philips International Jazz Festival di Dubai, il Mosaic Music Festival di Singapore, il Sacramento Jazz and Heritage Festival, il Long Beach Blues Festival, i festival blues e jazz di Lucerna (Svizzera), Anversa, Peer, Handzame (Belgio), Ospel (Olanda), spesso ritrovandosi in cartellone con musicisti come John Lee Hooker, B.B. King, Mose Allison, Johnny Winter e Buddy Guy.

CRIVELLARO 3Enrico ha quindi imparato il mestiere “alla vecchia”, evitando di prendere scorciatoie e semplicemente ripetendo per migliaia di volte quell’atto di devozione alla musica che è il concerto dal vivo.

In tempi recenti la sua collaborazione con la Electro-Fi Records, etichetta di Toronto, gli ha aperto nuove strade, quali la co-produzione del disco di Finis Tasby, “What My Blues Are All About”, e l’opportunità di vivere il sogno di ogni bluesman—quello di apparire in concerto con la band originale di Muddy Waters.

Enrico Crivellaro è supportato da una band eccezionale, che vede Pietro Taucher al piano e all’organo Hammond. Taucher è da anni nello strepitoso gruppo della cantante di Detroit Sharrie Williams, con la quale ha registrato l’ultimo CD “I’m Here To Stay” per la Electro-Fi. Il fato ha voluto che Pietro ed Enrico, che sono cresciuti suonando insieme, si ritrovassero diversi anni più avanti a registrare per la medesima etichetta in Nord America—un grande salto per due musicisti partiti da Padova. Completano l’organico l’udinese Simone Serafini, riconosciuto come uno dei migliori bassisti nella scena Blues e Jazz italiana, e il batterista toscano Carmine Bloisi, che da oltre dieci anni è nella band di Rudy Rotta e che è quindi ben conosciuto dagli appassionati di blues.

Riconoscimenti:

2004 best international contemporary blues guitarist–Thropees France Blues (France)

2003 best Italian blues guitarist–Blues and Blues awards (Italy)

2002 best international swing guitarist–Swing Awards (USA)

Discografia selezionata:

CRIVELLARO 1Enrico Crivellaro Freewheelin’ Electro-Fi Records, Toronto, Canada, 2012

Enrico Crivellaro Mojo Zone Electro-Fi Records, Toronto, Canada, 2009

Enrico Crivellaro Key To My Kingdom Electro-Fi Records, Toronto, Canada, 2003

Enrico Crivellaro – Raphael Wressnig Organ Trio Mosquito Bite ZYX

Music/Village, Merenberg, Germany, 2006

Finis Tasby What My Blues Are All About Electro-Fi Records, Toronto, Canada, 2005

David Rotundo Blues Ignited Stone Pillar Productions, Toronto, ON, Canada, 2003

Royal Crown Revue Passport to Australia RCR Records, Los Angeles, California, 2001

Janiva Magness Band My Bad Luck Soul Blues Leaf Records, Deal, New Jersey, 1999

James Harman Band Lonesome Moon Trance Pacific Blues Records, Los Angeles, California, 2003

James Harman Band Takin’ Chances Cannonball Records, Chanhassen, Minnesota, 1998

Lester Butler Tribute Band So Lowdown Tour 2002 CRS, Wageningen, The Netherlands, 2002

Jason Ricci Band Down At The Juke North Magnolia Music Company, Oxford, Mississippi, 1997

KPCC 89.3 FM “Friday Night Blues Revue” Friday Night Live Pacific

Blues Recording Company, Burbank, California, 2000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *