“Il cibo è chi lo fa”: il 9 e 10 ottobre dalle 10 alle 20 in piazza Trento e Trieste con i banchi dei produttori locali e nazionali

Due giorni dedicati alle specialità enogastronomiche prodotte da agricoltori e aziende artigianali a livello locale, regionale e nazionale quelli in programma con la manifestazione “Il cibo è chi lo fa”, che torna in piazza Trento e Trieste a Ferrara sabato 9 e domenica 10 ottobre, con orario dalle 10 alle 20. La manifestazione, a cura dell’associazione Strada dei Vini e dei Sapori della provincia di Ferrara, è stata presentata oggi nella sala residenza municipale di Ferrara.

La Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara, con il patrocinio del Comune di Ferrara, conferma la XV edizione della manifestazione “Il Cibo è chi lo fa” che si svolgerà in piazza Trento e Trieste il 9 e 10 ottobre a Ferrara, dalle ore 10,00 alle ore 20,00, una due giorni enogastronomica nel centro storico di Ferrara, con la partecipazione di produttori locali, regionali e nazionali.

La manifestazione si conferma un appuntamento molto sentito nella cittadina estense, l’occasione di incontrare aziende artigianali ma soprattutto un momento di crescita e di confronto con le realtà tipicamente italiane di produzione.

L’Italia è conosciuta in tutto il mondo per le proprie eccellenze enogastronomiche, pennellate di sapori che rendono il quadro nazionale una tavolozza molto variopinta.

Anche in questo 2021 la manifestazione organizzata dall’associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia Di Ferrara, si terrà nella cittadina estense. La spiccata vocazione agroalimentare italiana trova in tutto il territorio nazionale innumerevoli produzioni tipiche locali, provinciali e regionali, ognuna con una propria tradizione, con un proprio passato legato alla cultura del posto. Tanti sono i prodotti nazionali da scoprire e conoscere e per noi il modo migliore di farlo è attraverso la voce dei produttori stessi.

Presenti tra i nostri banchi i produttori di parmigiano Reggiano di Montagna delle Vacche Rosse, l’olio extra vergine Bio di una piccola azienda felice Pugliese, l’nduja calabrese per i palati più forti, il pampepato nostrano e tutte le derivazioni dolci con il cioccolato, creme spalmabili, dolci al taglio con crema, frutta, glasse e caramelli, i taralli pugliesi declinati in tutte le loro varietà dai nuovi fave e cicoria al più gettonato croccantino e rum, la porchetta di Ariccia, dolci a base di nocciole e mandorle per chi ama la frutta secca alla più classica sbrisolona, liquori e distillati distilleria, la focaccia genovese doppia sfoglia senza lievito in varie declinazioni tra cui la classica all’olio e sale , quella con cipolla o patate e stracchino o olive, il cioccolato di Modica, miele di montagna di collina e di pianura, il vino e la grappa di visciole, formaggi di capra, il gorgonzola, i pizzoccheri, la polenta taragna, succhi e confetture bio, mostarde, salumi e insaccati, prodotti ittici siciliani sott’olio, peperoncini freschi e sott’olio, l’aceto tradizionale balsamico di Modena, funghi di bosco freschi… e veramente tanto tanto altro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *