Il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza approva il progetto “Scuole sicure” del Comune di Argenta

Il Prefetto di Ferrara Michele Campanaro ha presieduto stamane, a palazzo don Giulio d’Este, una seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nel corso della quale è stato esaminato ed approvato il progetto presentato dal Comune di Argenta nell’ambito dell’iniziativa “Scuole Sicure” promossa dal Ministero dell’Interno.

All’incontro sono intervenuti Sindaco di Argenta Andrea Baldini, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Veronica Tomaselli, oltre ai componenti istituzionali del Comitato, il Questore Cesare Capocasa, il Comandante provinciale dei Carabinieri Gabriele Stifanelli, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Cosimo D’Elia e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Dorota Kusiak per il Comune di Ferrara.

Il progetto è articolato in una serie di interventi finalizzati a potenziare le attività di controllo e vigilanza all’esterno dei plessi scolastici per prevenire l’abuso di sostanze stupefacenti, per una spesa complessiva di € 15.573,95. Il parere favorevole unanimemente espresso stamane dal Comitato è essenziale ai fini dell’approvazione da parte del Ministero dell’Interno che consentirà il finanziamento del progetto, attraverso la sottoscrizione di uno specifico Protocollo d’Intesa tra Prefetto e Sindaco.

E’ stato lo stesso primo cittadino ad illustrare i contenuti dell’iniziativa, evidenziando che l’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici secondari di primo e secondo grado si concretizzerà nell’acquisto di un’autovettura e nel coinvolgimento attivo di personale volontario adeguatamente formato nell’attività di vigilanza a supporto della Polizia locale, oltre alla realizzazione di campagne informative rivolte a studenti e genitori degli stessi istituti di istruzione secondaria del comune argentano.

Il Rappresentante del Governo e i vertici delle Forze di Polizia hanno sottolineato come questa nuova rete di “controllo sociale diffuso” rappresenti un ausilio concreto ed un supporto efficace alla tradizionale attività di prevenzione operata quotidianamente dalle Forze dell’Ordine, consentendo di ottimizzare l’impiego del personale impegnato nelle attività di controllo e vigilanza in altre aree del territorio comunale argentano, tra i più estesi in Italia. A questo riguardo, il Prefetto ha quindi richiamato l’attenzione sull’opportunità di proseguire, a sostegno dell’iniziativa “Scuole sicure” voluta dal Ministro dell’Interno, nella implementazione di più incisive misure di prevenzione e contrasto dei fenomeni, nel quadro di una proficua sinergia interistituzionale. In questo contesto, vanno ricordate le linee operative da tempo perseguite per una più ampia e complessiva strategia d’azione nel ferrarese, realizzate con la piena condivisione della competente Autorità scolastica ed in stretto raccordo con le Amministrazioni locali.

“Le Istituzioni pubbliche della provincia di Ferrara – ha ricordato il Prefetto Campanaro – sono impegnate in prima linea ad affrontare un tema così delicato come quello della devianza giovanile e del consumo di sostanze stupefacenti, anche in ambito scolastico. Ricordo che è stato sottoscritto in questa Sede apposito Protocollo, rinnovato nei contenuti e negli interlocutori coinvolti, finalizzato a sviluppare non solo attività di contrasto, ma anche rafforzando iniziative integrate di prevenzione e sviluppando a tutti i livelli (scolastico, giovanile e familiare) la cultura della legalità. Per questo, oltre ai controlli, nel corso dell’anno scolastico appena avviato, si svilupperà a Argenta un’articolata ed importante attività di sensibilizzazione ed informazione, coinvolgendo direttamente studenti e genitori”.

Nel corso della riunione di Comitato è stato anche effettuato un punto di situazione sulla pandemia, analizzando i dati epidemiologici forniti dal Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale e dal Commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria. E’ emerso uno scenario provinciale in sensibile miglioramento, con i principali indicatori in lieve flessione: indice R.T. in diminuzione (da 0,87 a 0,76), incidenza dei casi positivi su 100 mila abitanti analogamente in diminuzione (da 49,6 a 39,2) ed un numero di ricoveri per pazienti positivi al Covid sostanzialmente invariato (9 all’Ospedale Sant’Anna di Ferrara e 7 sulla restante rete ospedaliera provinciale). L’andamento delle vaccinazioni pone Ferrara oltre la media regionale per quanto riguarda l’inoculazione della prima dose (84,2% contro 83,3%) e registra una sostanziale corrispondenza col dato regionale per quanto concerne il ciclo vaccinale completo (76,2% contro 76,4%).

In forza del richiamato quadro sanitario, si è quindi convenuta una rimodulazione dei controlli sul rispetto delle norme anticontagio da parte delle Forze di Polizia, tenuto conto della piena ripresa dopo la pausa estiva delle attività lavorative e scolastiche. Si parte già da questo fine settimana con mirati servizi antimovida nelle strade del centro cittadino di Ferrara. “La campagna vaccinale in provincia di Ferrara procede bene e segnerà senza dubbio una ulteriore accelerazione, dopo gli ultimi interventi normativi messi in campo dal Governo – ha concluso il Prefetto Campanaro – Metteremo adesso in campo ogni sforzo possibile, anche con un potenziamento da parte di Forze di Polizia e Polizia Locale dei servizi antimovida, per evitare una pericolosa inversione della curva epidemiologica, che oggi ancora ci conforta”.

(Comunicato stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *