Il Comune matildeo insieme al Centro Donna Giustizia ha avviato lo sportello “Antiviolenza Bondeno” presso la Casa della Salute

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dalle Nazioni Unite, il Comune di Bondeno insieme al Centro Donna Giustizia ha avviato presso la Casa della Salute F.lli Borselli lo sportello “Antiviolenza Bondeno”.
“Lo sportello è rivolto alle donne di tutte le età e provenienza residenti sul territorio che si trovino a vivere una condizione di disagio e difficoltà a causa della violenza.” – commenta l’Assessore alle Pari Opportunità Francesca Aria Poltronieri che aggiunge – “L’obiettivo del progetto è quello di dare ascolto alle donne che stanno vivendo situazioni di violenze e discriminazioni, interrompere il ciclo delle violenze che per la maggioranza dei casi avvengono all’interno di relazioni intime e fornire strumenti che consentano di attivare percorsi mirati a ridurre le conseguenze delle violenze sulla salute psicofisica. Per questo stiamo sensibilizzando anche i giovanissimi, partendo dal CCR di cui Greta Bellinazzi ha fatto parte l’anno scorso e il cui disegno è stato scelto come logo del Centro”.
Sarà a disposizione un’operatrice del centro antiviolenza centro donna giustizia con cui è possibile concordare un appuntamento, ottenere informazioni e ricevere sostegno in caso di pericolo. L’accesso allo sportello è gratuito e nel rispetto della riservatezza e della privacy.”
Lo sportello è aperto tutti i lunedì dalle 9 alle 13 e il martedì dalle 13 alle 17; per prendere un appuntamento chiamare il numero 339 54 22 978.
Nei giorni e orari di chiusura dello sportello le chiamate verranno deviate alla sede di Ferrara.
“È importante che ogni donna senta le istituzioni vicine.” aggiungono il Sindaco Simone Saletti e il Vicesindaco Francesca Piacentini- “La coscienza della gravità di questo fenomeno deve continuare a crescere e noi come amministrazione continueremo ad adoperarci nella prevenzione del fenomeno, nel concreto sostegno delle vittime e dei loro figli, nella applicazione rigorosa degli strumenti esistenti per intercettare e contrastare i segnali del maltrattamento delle donne”. In occasione della giornata internazionale lo storico edificio delle Ex scuole elementari in piazza Aldo Moro saranno tinte di rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *