Il Ferrara Buskers Festival soddisfa pubblico e organizzatori

Mille presenze ogni sera, che hanno sempre esaurito il numero massimo di accessi consentiti, con una forte crescita di concerti (arrivati a 76), di presenze da fuori città e iniziative collaterali: è quanto emerso dal bilancio conclusivo dell’edizione 2021 del Ferrara Buskers Festival, tenutosi al Parco Massari.

All’incontro in conferenza sono intervenuti gli assessori comunali alla Cultura Marco Gulinelli e al Bilancio, Turismo e Commercio Matteo Fornasini, la project manager del Festival Erika Sarson, il portavoce del questore Giusppe de Baptistis, oltre alla presidente del Ferrara Buskers Festival Rebecca Bottoni e al direttore artistico, nonchè fondatore dell’evento, Stefano Bottoni.

Diversi i dati resi noti in conferenza, da un aumento delle richieste della MyFe Card per tutti i turisti che soggiornano almeno una notte in città, ad un crescente interesse verso l’aspetto green della manifestazione, fino al risvolto solidale che ha portato il Ferrara Buskers Festival a sostenere la Fondazione Pangea Onlus che opera in Afghanistan.

Per un quinto del pubblico che ha partecipato al Ferrara Buskers Festival, si è trattato della prima visita alla città estense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.