Il ‘Museo Delta Antico’ e la ‘Casa Museo Remo Brindisi’ accreditati al Sistema Museale Nazionale

Museo Delta Antico di Comacchio e la Casa Museo Remo Brindisi – Arte e design del novecento del Lido di Spina accreditati al Sistema Museale Nazionale.

Aderiscono al Sistema Museale Nazionale, istituito a febbraio 2018 dal Ministero dei beni e attività culturali, i musei nazionali e quelli degli enti pubblici e privati che garantiscono e si impegnano a rispettare livelli uniformi di qualità e gli obiettivi di miglioramento, dettagliatamente individuato dal Ministero. Sono quasi cento i musei dell’Emilia Romagna che entrano nel sistema museale nazionale, accreditati con deliberazione della Giunta Regionale del 4 aprile. Dieci di questi sono situati in provincia di Ferrara e ben due a Comacchio: il Museo Delta Antico e la Casa Museo Remo Brindisi – Arte e design del novecento, per l’appunto.

La nostra regione è da almeno un ventennio all’avanguardia in Italia in materia di organizzazione di sistemi di rete e di certificazione di qualità dei musei, prendendo esempio dalle migliori pratiche in campo europeo. Per tale ragione, lo Stato, fondando il Sistema Museale Nazionale nel 2018, si è avvalso dell’opera delle regioni e province autonome che avevano già un sistema avviato. In Emilia Romagna l’accreditamento al Sistema Nazionale avviene annualmente con atto della Giunta regionale.

I musei accreditati condividono standard rispetto l’organizzazione museale, la gestione, cura delle collezioni, comunicazione, didattica, rapporti con il territorio. L’obiettivo del Sistema Museale Nazionale è quello di attivare collaborazioni, finanziamenti, potenziare la fruizione, garantire un accesso di qualità per il pubblico.

Complessivamente nella nostra regione sono circa 540 musei sul territorio emiliano-romagnolo. Il Museo Delta Antico si colloca tra i musei più visitati della nostra regione, tanto da registrare lo scorso fine settimana, in concomitanza con la Pasqua, un totale di 1.159 ingressi in 4 date (Venerdì 15/04 = 234 ingressi, Sabato 16/04 = 223 ingressi, Domenica 17/04 = 314 ingressi e Lunedì 18/04 = 388 ingressi). Un vero record, che batte ogni confronto, con dati di accesso entusiasmanti che superano anche le visite del 2019 (anno precovid).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.