Il Museo di Spina a Ferragosto fa l’en plein

09 museo archeologicoUn ferragosto all’insegna del fascino sempreverde degli Etruschi e di Spina, quello che molti ferraresi e turisti hanno vissuto ieri al Museo archeologico nazionale della città: secondo una tradizione ormai attesa, infatti, oltre al normale orario di visita, il museo ieri ha accolto il pubblico dalle 18 alle 24 con un ricco programma di eventi dedicati, nel pomeriggio ai bambini, la sera agli adulti.

A Ferragosto anche quest’anno ad attrarre i ferraresi sotto il loggiato del cinquecentesco palazzo Costabili, sede a Ferrara del Museo archeologico nazionale, meglio noto come Museo di Spina, non sono state soltanto le splendide collezioni di ceramica attica, la storia illustrata degli Etruschi di Spina, o il sontuoso affresco del Garofalo nella Sala del Tesoro, ma, come accade ormai da molti anni una vera e propria festa di mezza estate. che fra cultura e spettacolo è diventata per molti una vera e proprio appuntamento da non perdere, cui la direttrice del Museo e i suoi collaboratori tengono in modo particolare.

Ieri I primi eventi, alle 18, sono stati dedicati ai più piccoli con il laboratorio “Costruiamo un mosaico” e una visita guidata delle sale del Museo a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese.

alle 19 la visita guidata per tutti ai tesori del Museo, a cura delle volontarie del Servizio Civile e alle 20.30 un assaggio di vini di produzione locale e un brindisi che ha visto i giovani soci de l’associazione PIV, smmelier e degustatori appassionati di arte e cultura, offrire insieme ai vini dell’Azienda il Pettirosso di Montesanto, di Corte Madonnina di Pomposa, notizie e curiosità sulla natura dei vini e dei vitigni da cui sono tratti.
Alle 21, infine, la musica con una “Fantasia di Operette” con Paola Amoroso (voce solista), Filippo Rubini (pianoforte), a cura dell’Associazione Bal’danza , seguita alle 22 dal reading di poesia dal titolo “Vino e Poesia si raccontano”, lettura di poesie di Mirco Mariotti e Giorgio Erioli, viticultori oltre che poeti, sulle gioie e le emozioni connesse a quest’antica bevanda, accompagnate da degustazione di vini appositamente scelti
la chiusura della serata alle 22.30 con una divertente rivisitazione di testi classici recuperati dall’antica Roma con Mimmo, Porfirio, Guido e Alessandro

Per tutta la serata i funzionari archeologi della Soprintendenza Caterina Cornelio, Paola Desantis, Valentino Nizzo saranno presenti e disponibili per curiosità e approfondimenti sulla storia e i tesori del Museo.

Prossimo appuntamento sabato 31 agosto con lo spettacolo “Voci e canti di donne all’alba della caduta di Troia” dalle 21 alle 23: performance musicale con letture di brani classici e moderni sulle figure di Cassandra, Andromaca, Ecuba e Pentesilea a cura del Gruppo archeologico ferrarese.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *