Il Nuoto: la seconda “casa” di Lorena Torboli

Un amore sbocciato in tenera età e che non vede fine

“Il nuoto – per me – è vita. Attraverso questo sport mi rilasso, mi sento a mio agio; rappresenta la mia seconda casa ed è parte integrante di me”. Il rapporto tra Lorena Torboli – classe 1968 – e il nuoto è davvero speciale, unico: un amore sconfinato sbocciato in tenera età e rimasto tale ancora oggi. “Ho sempre amato questa disciplina”, incalza la nuotatrice ferrarese, “fin da bambina mi ha regalato tantissime soddisfazioni. È sempre stata una valvola di sfogo, anche e soprattutto nei momenti più difficili sia a livello fisico che mentale…..potrei definire il nuoto la mia prima droga, considerando che adoro anche camminare: non a caso quando non sono in vasca, compatibilmente con il lavoro e i miei impegni, faccio delle lunghe passeggiate di svariati km”. Tornando alla piscina. “Mi reputo una velocista e la mia specialità è lo stile delfino”, le parole di Lorena Torboli. “Ho iniziato da piccola con la Putinati fino all’età di 16/17 anni; dopo un periodo in cui ho nuotato da sola, ho ricominciato ad allenarmi nel 1992 con i Master Estense Nuoto e dalla stagione 2015/2016 ad oggi nuoto e gareggio per il CUS Ferrara”. Le vittorie più belle? “Indubbiamente il podio più alto nei Campionati Italiani Master 40 (dove gareggiavo con l’Estense Nuoto) che si sono disputati a Riccione nel 2009: a questa competizione si possono fare tre gare ed io avevo scelto i 100 delfino, i 50 delfino e i 200 stile libero. È stato stupendo anche il mio terzo posto nei 200 stile libero ai Campionati Nazionali nel 2010 a Ostia (gareggiavo sempre con l’Estense Nuoto). Ma non dimentico il titolo di Campionessa Italiana UISP Master nei 100 delfino dove conquisto l’oro (con il CUS Ferrara) nel 2016 a San Marino. La medaglia di bronzo nei 50 delfino, il titolo di Campionessa Italiana nei 200 stile libero nel 2019 a Lignano Sabbiadoro (con il CUS Ferrara). Per finire con i titoli regionali – prima nei 100 stile libero e nei 50 delfino – vinti quest’anno e l’anno scorso a Riccione, in periodi in cui si poteva gareggiare (vedi pandemia), sempre con il CUS Ferrara”. Molto bello un pensiero e che testimonia, ancora una volta, tutta la grandezza di Lorena Torboli. “La mia migliore amica si chiama Costanza Ferranti ed è una mia compagna di vasca ormai da lungo tempo. Più in generale, ho tante amicizie legate a questa realtà che con il tempo si sono consolidate sempre di più: il comune denominatore è la passione che ci lega a questo sport”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *