“Il Paese che vogliamo”, Stefano Bonaccini a Bonifiche Ferraresi

E’ un’Italia che ha molti punti in comune con l’Emilia Romagna, regione fra le più avanzate in Europa, quella che il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, descrive nella sua più recente pubblicazione dal titolo “Il Paese che vogliamo – Idee e proposte per l’Italia del futuro”, presentata giovedì 22 luglio dall’autore in un lungo dialogo con la giornalista de Il Sole 24 Ore Ilaria Vesentini, presso l’Auditorium di Bonifiche Ferraresi di Jolanda di Savoia.

Davanti ad un pubblico di imprenditori e di politici della Provincia e della Regione, ospiti per l’occasione di Bonifiche Ferraresi, la più grande azienda agricola italiana, quotata in borsa e ormai operativa e con terreni e produzioni agricole in molte regioni del Paese, Stefano Bonaccini ha messo a fuoco la sua idea di Italia,” un Paese, ha detto, in cerca di riscatto, che deve aspirare a riprendersi un ruolo da protagonista in Europa, puntando sulle risorse soprattutto dell’intelligenza e del sapere applicati al mondo produttivo, dalla meccanica al food, dall’innovazione ai servizi, al mondo della cultura, come in Emilia Romagna,.

Questo libro, ha precisato Bonaccini, non è un programma per l’Italia o un manifesto elettorale. Sono le cose che annoto ogni giorno toccando con mano i problemi, provando ad allargare lo sguardo al Paese e allungando la vista oltre la contingenza. Ho il privilegio di essere nato e di vivere in una bellissima regione, insieme all’orgoglio di amministrarla da sei anni. Ma quel che serve è l’Italia, perché l’Emilia-Romagna non basta a se stessa. Il momento storico, ha poi, aggiunto, è favorevole, nonostante la situazione di emergenza sanitaria nella quale ancora viviamo,ma la speranza è di vincere la pandemia grazie alla scienza, ai vaccini, all’intelligenza delle persone, per rimettere in marcia il Paese confidando nel supporto straordinario della mole dei fondi europei del Next Generation EU e dei fondi del Programma europeo 2021-2027.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *