Il Palio si trasferisce nelle zone terremotate

Il “Palio della Sorriso” non è quello che si corre domenica 27 maggio in piazza Ariostea. Potremmo definirla così l’iniziativa intrapresa da tutti i ragazzi delle Contrade e della Corte Ducale, che nelle immediatamente si sono resi disponibili a “dare una mano”, per i paesi della nostra Provincia così gravemente danneggiati dal terremoto.

Grazie alla fattiva collaborazione della Croce Rossa Italiana, il mondo contradaiolo si istantaneamente attivato per portare un sorriso, ai numerosi bambini che sono ospitati al “Pala Reno” di Sant’Agostino.

Da questa collaborazione è nata l’idea di organizzare una due giorni di giochi, tra sabato sera e somenica nel pomeriggio, che avrà come filo conduttore il sorriso e l’allegria. I giochi, le favole e la vita dell’epoca Estense, che già le Contrade utilizzano per le loro feste, verranno portati a Sant’Agostino, dove proprio davanti al “Pala Reno”, sarà allestito un vero è proprio villaggio rinascimentale, dove i bimbi potranno giocare e al tempo stesso, incontrare mangiafuoco e principesse, principi e giullari, imbonitori e maghi, danzatrici e personaggi fantastici.

L’Ente Palio della Città di Ferrara, le otto Contrade e la Corte Ducale, ringraziano sentitamente il Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana per aver reso possibile, questa iniziativa, e si rendo immediatamente disponibili a partecipare ad analoghe iniziative in altri comuni.

(A cura dell’Ente Palio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *