“Il percorso verso un’unica Azienda Sanitaria Universitaria”

Sarà un’unica Azienda sanitaria Universitaria, l’esito del percorso verso l’integrazione delle due Aziende sanitarie ferraresi: l’Ausl Ferrara, azienda territoriale e Arcispedale Sant’Anna,  Azienda ospedaliero – universitaria.

“E’ un percorso che abbiamo iniziato due anni fa, spiega la direttrice dell’Ausl Ferrara, dottoressa Monica Calamai, come da mandato della Regione, destinato a portare vantaggi ai cittadini ,  sia sul fronte del territorio che degli ospedali.” Questi verranno integrati dagli  Osco, nuovi ospedali di comunità, introdotti h’essi come servizio di prossimità. Nell’intervista rilasciata a Dalia Bighinati, per la rubrica A tu per tu, visibile sul canale You tube di Telestense e domenica alle 23.30 su Telestense.

Monica Calamai disegna la sanità del futuro, che a Ferrara avrà nell’integrazione delle due aziende  una delle novità più importanti.  L’integrazione introduce una vera e propria rivoluzione, come suggerisce il nome di Azienda sanitaria Universitaria, che non vede più in primo piano la presenza degli ospedali. Si potenzia il ruolo dei servizi sociosanitari, si potenzia anche il ruolo del territorio attraverso le Case della Salute. La telemedicina integrerà il rapporto diretto medico – paziente con quello virtuale. “Non viene meno, dice Calamai, la relazione, anzi si potenzia l’incontro soprattutto in un’ottica di prevenzione. Naturalmente l’impianto complessivo, sarà sostenuto da nuovo personale e nuova formazione, oltre che da figure, come l’infermiere di comunità, destinate a fungere da snodo fra i servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.