Il pozzo incantato e la giraffa Selene: lettura e presentazione a Comacchio e a Codigoro – VIDEO

Scritta da Dalia Bighinati, illustrata da Daniela Cappagli edita da Di Scaranari, in vendita presso la libreria ferrarese “Il Sognalibro”, la favola “Il pozzo incantato e la giraffa Selene”, presentata nei giorni scorsi a Comacchio presso il Museo del Delta antico e a Codigoro alla Biblioteca Bassani, alla presenza del sindaco di Codigoro, Alice Zanardi,  fa parte di un progetto culturale a più voci e di solidarietà sostenuto dall’Associazione Baldanza. Il ricavato della vendita del libro andrà a sostenere i progetti dell’Associazione Dalla Terra alla Luna.

In occasione della settimana che si è conclusa  sabato  2 aprile con la Giornata internazionale della consapevolezza sulla sindrome autistica e la Giornata internazionale del libro per bambini , il Comune di Codigoro e il Comune di Comacchio hanno ospitato, rispettivamente il 2 aprile nell sala convegni della Biglioteca Bassani e il 31 marzo presso il Museo del Delta antico ,  la presentazione de  Il pozzo incantato e la giraffa Selene una favola per bambini, che piace agli adulti.

Il pozzo incantato e la giraffa Selene è in sintesi la storia di un incontro notturno fra Iride, una cavallina allegra, vanitosa, molto curiosa,  e un animale a lei sconosciuto, per lei massimamente strano, che si rivela essere una giraffa.

Siamo in Africa, fra la savana e i campi coltivati di una grande fattoria in Senegal, una regione affacciata sull’oceano atlantico di un  continente, molto grande, molto vario e molto misterioso. Certamente poco conosciuto.  E’ un posto simpatico, un posto allegro di giorno pieno di bambini, che di notte si trasforma come per magia.

Nel silenzio della notte africana si può sentire un brusio misterioso. Aa parlare fra loro protetti dal buio  sono un albero gigantesco che tende i suoi rami alla luna e le parla.

Qui la vanitosa cavallina Iride, uscita di nascosto dalla stalla,  si specchia e si ammira compiaciuta nell’acqua del pozzo, quando vede all’improvviso accanto a lei l’ombra di una strana creatura. Zampe lunghe, orecchie piccole e all’insù e un collo spropositato .

E’ questo l’ incontro al centro della storia, un incontro inatteso che fa scattare il conflitto fra la routine e qualcosa di nuovo. Iride è curiosa, vivace, interroga Selene, che racconta la sua storia. Molto diversa da quella di Iride, molto più avventurosa.

Iride è una creatura la cui vita è stata segnata fin dalla nascita da regole e passaggi precisi, che lei ha seguito, senza dover faticare a cercare un posto per sé.  Selene viene da lontano, si sente sradicata, è in cerca di un ruolo nel mondo, ma non sa quale possa essere

Come è possibile un’amicizia fra due creature così diverse?  Chi vorrà tenere con sé questa giraffa che non sa fare nulla di utile alla fattoria?

Alla fantasia dell’autrice la soluzione.

Dalia Bighinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.