Il ‘Premio Comacchio Donna Marisa Marighi’ ad Antonietta Manfrini

comacchioL’Assessore alle Pari Opportunità Alice Carli ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale alla sedicesima edizione del “Premio Comacchio Donna Marisa Marighi”, la tradizionale manifestazione organizzata a Palazzo Bellini dal Centro Italiano Femminile di Comacchio, nel corso della quale l’8 marzo di ogni anno viene premiata una donna che si è particolarmente distinta in ambito sociale e civile.

Quest’anno il prestigioso riconoscimento è stato conferito ad Antonietta Manfrini, giovane impiegata comunale, impegnata dal 1995 con il Gruppo Scout Porto Garibaldi 1. La lettura della motivazione con cui il CIF comacchiese ha compiuto la scelta è stata letta dalla Vice-Presidente Laura Luciani che, ricordando i principi ispiratori dello scoutismo cattolico, movimento fondato da Baden Powell nel 1907, ha sottolineato come “Antonietta li abbia fatti propri nella propria esperienza di vita al servizio di chi ha bisogno.” I valori della fede, della carità cristiana, della solidarietà animano l’opera silente ultraventennale che Antonietta Manfrini conduce, non solo attraverso l’Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici italiani), ma anche attraverso l’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali), accompagnando con il suo foulard blanc gli ammalati a Lourdes e nei luoghi di culto mariano.

IMG_6473“E’ una rivoluzione positiva quella compiuta da Antonietta – ha sottolineato la Vice Presidente del Cif -, e come insegna la Natura con lavorio incessante, per dirla con San Francesco, è bella e raggiante con grande splendore. Il Premio che consegnamo intende sottolineare e riconoscere le donne che come Antonietta meglio contribuiscono alla crescita del territorio con dedizione verso le generazioni future.” In sala polivalente “San Pietro” hanno poi preso la parola la Presidente del CIF di Comacchio Luciana Luciani, la presidente provinciale del CIf di Ravenna Paola Pieroni e quella regionale Nadia Lodi. Prima del gran finale con l’esibizione di  Patty e Paolo band e Simone Cristi alla fisarmonica e della scuola di danza “La Bottega degli artisti” di Sara Parmiani, Antonietta Manfrini ha voluto ringraziare “tutti coloro che mi hanno aiutato nel mio cammino, dalla mia famiglia, alla mia parrocchia, che è la mia seconda casa, con persone che compiono il mio stesso percorso. Ringrazio Don Andrè – ha aggiunto Antonietta -, che mi ha impresso tanta fiducia e Don Piergiorgio che mi ha supportato nei 27 anni precedenti. Ringrazio anche il mio ambiente di lavoro in cui vivo con spirito di servizio cristiano e Baden Powell, fondatore dello scoutismo, che voglio ricordare con una citazione. Il vero modo di essere felici – ha concluso Antonietta, ricordando le parole di Powell – è procurare la felicità agli altri.” La manifestazione promossa ed organizzata dal CIF si inserisce tra quelle del calendario “Marzo Donna 2016”, frutto della collaborazione tra l’Assessorato comunale alle Pari Opportunità e l’associazionismo femminile comacchiese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *