Il primo giorno del green pass al lavoro nel ferrarese

Oggi è il giorno dell’obbligo dell’esibizione del green pass sui luoghi di lavoro per i dipendenti. Ecco cosa è accaduto

Nel ferrarese non si sono segnalate criticità rilevanti nel primo giorno di obbligo di green pass sul luogo di lavoro.

Pochi i disservizi. I carabinieri, in mattinata, non hanno segnalato interventi di nessun genere a riguardo.

Controlli nelle aziende e negli enti pubblici.

In Comune di Ferrara i punti di accesso posti sotto controllo sono stati 25, con 83 verificatori che hanno accertato la regolarità per 800 accessi, riscontrando solo due mancanze di certificazione, che hanno comportato il rifiuto dell’ingresso per 2 lavoratori. Dal municipio estense ricordano che non sono obbligati a possedere il green pass solo i cittadini che hanno necessità di accedere alle sedi comunali per l’erogazione di un servizio.

Negli ospedali ferraresi, dove è in corso lo sciopero indetto dal sindacato Fisi per 5 giorni, c’è il rischio di rinvio delle attività programmabili ma non quelle essenziali e d’urgenza. L’Azienda USL di Ferrara non ha rilevato situazioni di criticità durante i controlli effettuati sul personale in servizio.

Intanto elle ultime ore e negli ultimi giorni, sono aumentate le richieste di tamponi rapidi nelle farmacie ferraresi, tamponi utili per ottenere il green pass temporaneo.

Capitolo trasporti, Tper ha rilevato una sostanziale regolarità dei servizi in tutto il bacino ferrarese. Le assenze, scrivono dall’azienda, sono state assorbite nella quasi totalità dei casi. Rispetto alle previsioni dei giorni scorsi, si registra, quindi, il contenimento dei disagi a poche corse, numericamente marginali rispetto all’intero servizio, aggiunge Tper.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *