“Il problema c’è e non va sottovalutato”: INTERVISTA al Questore di Ferrara, Antonio Sbordone

Il Questore di Ferrara, Antonio Sbordone, intervistato da Dalia Bighinati, interviene sulla protesta dei cittadini della Gad.

I cittadini di quest’area della città, dice il Questore non si sentono sicuri, vanno ascoltati. “Noi, dice, come tutte le forze dell’ordine abbiamo grandi responsabilità, ma ci muoviamo fra enormi problemi. Antonio Sbordone non si pronuncia sull’adeguadezza del quadro normativo, di cui pure auspica una modifica in senso restrittivo, ma sottolinea la carenza delle strutture, in questo caso i CIE, centri di identificazione e di espulsione. Il problema è indubbiamente connesso al fenomeno migratorio, aggiunge Sbordone, “si tratta di grandi numeri, è inevitabile che in mezzo a tanti ci sia chi viene per delinquere”. Il Questore non ha dubbi, gli immigrati vanno aiutati, “noi – dice – abbiamo il dovere di salvare chi fugge da situazioni di guerra e di pericolo… ma servono interventi a più livelli.” E aggiunge “A Ferrara c’è una tenuta complessiva delle Forze dell’Ordine, anche se una immissione di  agenti nell’organico di Polizia e soprattutto di giovani migliorerebbe certamente la situazione. Tuttavia pensare che si possa risolvere la questione della sicurezza nei quartieri solo con i presidi delle forze dell’ordine è un’assurdità. Serve l’impegno e la presenza della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.