Il ruolo dell’arbitro finanziario

E’ un sistema per risolvere le liti tra i clienti e le banche (e altri intermediari) che riguardano operazioni bancarie finanziarie. Stiamo parlando dell’Arbitro Bancario Finanziario, una nuova opportunità per il cliente di banca che può ricorrervi attraverso il Prefetto

Un’alternativa “stragiudiziale” più semplice, rapida ed economica rispetto al ricorso al giudice, che spesso invece comporta procedure complesse e anche molto lunghe.

Una procedura, introdotta dal decreto legge per lo sviluppo, attiva da oggi anche a Ferrara, che si può avviare attraverso poche e precise fasi: una richiesta del cliente, a mezzo posta certificata e senza spese di procedura, alla Prefettura che chiede una risposta dalla Banca entro 30 giorni e poi la invia alla segreteria dell’Arbitro Bancario Finanziario che, per quanto concerne Ferrara, fa capo a Milano.

Un organismo indipendente e imparziale che deve decidere in pochi mesi chi ha ragione e chi ha torto. Le decisioni non sono vincolanti come quelle del giudice ma se l’intermediario non le rispetta il suo inadempimento è reso pubblico. Un sistema nuovo, quello dell’arbitro bancario finanziario, da non confondere con la conciliazione o con l’arbitrato, istituiti dalla Camera di Commercio.

Il cliente può rivolgersi all’Arbitro solo dopo aver tentato di risolvere il problema direttamente con la banca o l’intermediario, presentando a essi un reclamo. Se non rimane soddisfatto neanche delle decisioni dell’Arbitro, può comunque rivolgersi al giudice.

Per info
www.prefettura.it/ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *