Il saluto della Diocesi a mons. Giancarlo Perego, nuovo Arcivescovo di Ferrara-Comacchio – VIDEO

Ha avuto il sapore di una grande festa l’accoglienza con cui la Diocesi di Ferrara-Comacchio oggi ha salutato l’ingresso di Mons Giancarlo Perego a Ferrara.

Dopo il benvenuto di Mons. Massimo Manservigi, vicario generale della Diocesi , che aspettava mons. Perego al casello di Ferrara Sud per un primo momento di preghiera e il bacio della nuova terra da parte dell’arcivescovo eletto, l’arrivo alla basilica di San Giorgio, prima cattedrale di Ferrara, dove il prelato ha ricevuto il saluto delle autorità civili, militari e religiose e l’omaggio ufficiale del picchetto d’onore.

 

 

Annunciato dalle campane della basilica di San Giorgio, patrono con San Maurelio di Ferrara, Mons. Giancarlo Perego ha fatto il suo ingresso in città, intorno alle 15.15, accolto, oltre che dai rappresentanti delle Istituzioni, dal parroco di San Giorgio, prima cattedrale di Ferrara, dalle chiarine dello storico Palio estense e da una folta delegazione di giovani della pastorale giovanile , che ha avuto un breve incontro o con il nuovo arcivescovo all’interno della Basilica.

Prima dell’ingresso in chiesa, il saluto ufficiale a nome dell’intera comunità ferrarese e un breve discorso di Tiziano Tagliani sindaco di Ferrara e presidente della Provincia.

Tagliani ripercorrendo i momenti principali della storia religiosa e artistico-culturale della diocesi, si è soffermato sul binomio “terra e acqua” distintivo dell’identità di Ferrara, materie povere, ha detto, che lo stesso Creatore ha utilizzato per il primo uomo”.

Poi la Ferrara di oggi, la crisi, il terremoto, ma anche la solidarietà, , il volontariato. e il cambiamento impresso alla vita del mondo, non solo della comunità ferrarese, dall’arrivo di tante donne e uomini da Paesi lontani.

Tagliani ha ricordato la tradizione di collaborazione fra istituzioni laiche e religiose e infine si è soffermato sul motto augurale “Gaudium et spes” scelto da Mons. Perego per la sua missione di Pastore, che “esprime un senso positivo del vivere, necessario oggi, ha detto il sindaco, contro paure paralizzanti e frustranti miti di successo. “

Prima di entrare in Chiesa, anche le parole di mons. Perego ai microfoni di Telestense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *