Il Soroptimist tra Ferrara e il mondo

E’ un’associazione femminile composta da donne con elevata qualificazione nell’ambito lavorativo che opera, attraverso progetti, per la promozione dei diritti umani, l’avanzamento della condizione femminile e l’accettazione delle diversità. Questo l’identikit del Soroptimist International, associazione diffusa in Italia dal 1928, nel mondo dal 1921, quando fu fondata negli Stati Uniti. A Ferrara dove esiste dal 1962, il Club si prepara a festeggiare fra domani e domenica, i suoi primi 50 anni di vita. Ieri la presentazione nel corso della conferenza stampa in Castello estense ha messo in evidenza i legami profondi fra il club, la città e le Istituzioni, che da mezzo secolo collaborano con le soroptimiste ferraresi.

Nato negli USA, ad Oakland, nel 1921, il Soroptimist International è oggi diffuso in 125 Paesi e conta oltre 3000 Club, per un totale di circa 90.000 Socie. I Club locali sono raggruppati in Unioni nazionali. Le Unioni sono raggruppate in quattro Federazioni: Americhe, Europa, Gran Bretagna e Irlanda, Sud-Ovest Pacifico. La Federazione Europea comprende più di 1200 Club in 57 Paesi (raggruppati in 26 Unioni, 55 Single Club in Europa, 31 Single Club in Africa, 1 Single Club nei Caraibi). Le Federazioni fanno capo al Soroptimist International al cui vertice è la Presidente Internazionale. Il primo Club in Italia fu fondato a Milano nel 1928. L’Unione Italiana si è costituita nel 1950 e conta, nel 2011, 140 Club con circa 6000 Socie. Ciascuna Socia rappresenta nel proprio Club una differente categoria professionale per favorire un’ampia circolazione delle idee fra persone con percorsi lavorativi e background culturali diversi. Così a Ferrara le circa quaranta socie di oggi rappresentano diversi ambiti della vita cittadina, di cui contribuiscono a portare problematiche e iniziative all’interno del Club, che con le sue attività culturali e di solidarietà si messo al servizio della comunità ferrarese in diverse occasioni. Un’associazione come il Soroptimist, ha detto ieri Manuela Paltrinieri, in rappresentanza della Presidente della Provincia, svolge un ruolo eminentemente politico, prezioso per la comunità.

L’anniversario, che ci riporta alla fondazione avvenuta 62 anni fa, sarà un’occasione per ripercorrere momenti di vita del Club e dell’associazionismo femminile, ma contribuirà una volta di più a sottolineare i legami con la vita della città, attraverso la visita al Museo archeologico nazionale di Spina, presso la cui sede si svolgerà il Convegno, che si è potuto realizzare grazie alla collaborazione del Museo, della Sua direttrice Caterina Cornelio, soroptimista, di Filippo Maria Gambari, soprintendente per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna, di Carla Di Francesco Direttore Generale per la qualità e la tutela del Paesaggio, l’Architettura e l’Arte Contemporanee – MiBAC, che presenzierà al Convegno “Il senso di una storia che guarda al futuro”. Ad una attività didattica realizzata con il Museo Archeologico, sarà inoltre devoluto il ricavato dalle offerte raccolte attraverso la pubblicazione che racconta i 50 anni del Club .

LO STATUS INTERNAZIONALE E NAZIONALE
Il Soroptimist è presente presso importanti Agenzie delle Nazioni Unite: ECOSOC (Economic and Social Council), UNESCO (United Nations Educational, Scientific & Cultural Organization), ILO (International Labour Organization), WHO (World Health Organization), FAO (Food and Agriculture Organization), UNIDO (United Nations Industrial Development Organization), UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees), UNICEF (United Nations Children’s Fund),UNEP (United Nations Environment Programme) e presso l’OCSE (Organization for Economic Cooperation and Development) a Vienna. Il Soroptimist International è inoltre rappresentato, con voto consultivo, al Consiglio d’Europa e presso la Lobby Europea delle Donne.

Il Soroptimist International d’Italia ha una sua rappresentante nel Comitato Nazionale di Parità presso il Ministero del Lavoro e nella Commissione Pari Opportunità presso il Ministero per le Pari Opportunità.

Etica e Finalità
Il Soroptimist International è una Organizzazione vivace e dinamica per donne di oggi, impegnate in attività professionali e manageriali. Il nostro sostegno è per un mondo dove le donne possano realizzare il loro potenziale individuale e collettivo, le loro aspirazioni e avere pari opportunità di creare forti comunità pacifiche.MISSION Le Soroptimiste… Il Soroptimist International è una Organizzazione vivace e dinamica per donne di oggi, impegnate in attività professionali e manageriali. Il nostro sostegno è per un mondo dove le donne possano realizzare il loro potenziale individuale e collettivo, le loro aspirazioni e avere pari opportunità di creare forti comunità pacifiche.

MISSION
Le Soroptimiste promuovono azioni e creano le opportunità per trasformare la vita delle donne attraverso la rete globale delle socie e la cooperazione internazionale.

VALORI ETICI
Il Soroptimist International sostiene: i Diritti Umani per tutti, la pace nel mondo e il buonvolere internazionale, il potenziale delle donne, la trasparenza e il sistema democratico delle decisioni, il volontariato, l’accettazione delle diversità e l’amicizia.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/04/soroptimist-conferenza-300×225.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120412_09.flv[/flv]

Un pensiero su “Il Soroptimist tra Ferrara e il mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *