Successo di concerto dipende dalla bacchetta del maestro

Il successo di un concerto dipende dal direttore d’orchestra e dalla sua capacità di comunicare coi musicisti attraverso la bacchetta e quindi di trasmettergli anche se non verbalmente l’idea di leadership, di “chi è che comanda”. Lo dimostra uno studio italiano pubblicato sulla rivista PLoS ONE da Luciano Fadiga dell’Università di Ferrara e dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova (IIT).

Gli esperti hanno osservato la geometria dei movimenti (la cinematica) dell’archetto di violinisti e della bacchetta del direttore d’orchestra durante l’esecuzione di un brano di Mozart ed è emerso che tanto più quei movimenti risultavano correlati e coordinati tra loro, tanto maggiore era la performance raggiunta dai musicisti, a detta di critici musicali esperti chiamati a giudicare l’esecuzione.

Quindi se il direttore d’orchestra con la sua bacchetta è in grado di comunicare bene coi musicisti e di trasmettere loro la sua leadership, l’applauso è assicurato.

(ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *