Il Tavolo Provinciale dell’Imprenditoria da venerdì incontra i candidati alle prossime elezioni

Le forze politiche ferraresi, nello svolgersi della campagna elettorale, cercano il confronto con le forze economiche, tramite il tavolo di coordinamento provinciale dell’imprenditoria.

“Questi incontri richiesti dai diversi partiti sono un segnale di riconoscimento del ruolo di concertazione ed elaborazione che il Tavolo sta svolgendo a livello provinciale” dicono Chiara Bertelli (Legacoop) e Ruggero Villani (Confcooperative), coordinatori del Tavolo, “la politica è confronto, e siamo a disposizione di tutti coloro che vogliano conoscere la voce e i bisogni di cooperatori, artigiani, industriali, agricoltori e commercianti del territorio ferrarese. La fase sociale ed economica che stiamo attraversando è molto difficile per le imprese, ed è fondamentale che chi si candida a rappresentare il territorio conosca preoccupazioni e proposte del mondo imprenditoriale locale”.

Gli incontri finora richiesti al tavolo si svolgeranno: domani, venerdì 9 settembre, con i candidati del PD Paola Boldrini, Antonio Fiorentini, Manuela Rontini, Marcella Zappaterra; lunedì 12 settembre con i candidati per la coalizione di Centro destra Alberto Balboni e Mauro Malaguti; martedì 13 settembre con il candidato di Forza Italia Matteo Fornasini; il 19 settembre con il candidato della Lega Salvini Premier Davide Bergamini e sempre il 19 settembre con il Candidato per il Terzo Polo Francesco Badia.

Sarà l’occasione per il TPI di ribadire ai partiti presenti i temi prioritari in agenda: dall’impatto dei costi energetici ai rincari delle materie prime, dal tema delle infrastrutture all’effetto della crescita dell’inflazione sulla capacità di spesa delle famiglie e sulla sostenibilità economica del tessuto imprenditoriale, per citarne solo alcuni. Le proposte che verranno presentate partono in primis dal lavoro svolto dal Tavolo sul Focus Ferrara del Patto regionale per il Lavoro e il Clima, che contiene diverse schede operative in risposta ai bisogni del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.