Illuminazione pubblica, presto il bando per un nuovo gestore

illuminazione pubblicaAdeguamento degli impianti e risparmio energetico.

Questi i punti principale del nuovo bando europeo che uscirà a breve per individuare un nuovo gestore dell’illuminazione pubblica nel comune di Ferrara.

Si chiama Pric, Piano Regolatore della Pubblica Illuminazione, è stato approvato lo scorso anno e tra qualche settimana andrà a bando: una nuova gara di gestione del servizio per i prossimi 18 anni, bandita dal Comune di Ferrara, che prevede un investimento di ammodernamento alla rete dell’illuminazione pubblica per oltre 26 milioni di euro.

Un progetto corposo iniziato dalla mappatura di tutti i 26.557 punti luce della città: dagli apparecchi illuminanti alle sorgenti istallate, dalle linee di alimentazione ai sostegni, fino alle cabine elettroniche. Di questi 3.636 sono ancora in serie, in pratica se si danneggia una parte si spengono quasi tutti; il 23% ha i sostegni in acciaio non zincato, l’11% in cemento ed il 33% (8.935 punti luce) utilizza lampade con vapori di mercurio. Criticità molto urgenti sulle quali si dovrà intervenire per adeguare la rete dell’illuminazione pubblica dal punto di vista del risparmio energetico

La spesa annua che il Comune di Ferrara versa ad Hera per la gestione del servizio è di circa 5.250.000 di euro.

Per rendere efficiente la rete dal punto di vista energetico il nuovo bando prevede la sostituzione di tutte le vecchie luci con le luci a Led che, spiegano in Comune, “a parità di luce, più bianca e fredda, registrano un minor consumo sino al 55 %”. Un piano per realizzare il quale, la base d’asta chiede 4 anni. La gara europea che presto sarà bandita consentirà di selezionare un nuovo soggetto gestore che si dovrà fare carico degli investimenti per adeguare l’impiantistica con l’obbiettivo del risparmio energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *