Ilya Crea: il talento di Ferrara United

Tornato nella città estense, anche per motivi di studio, dopo una breve esperienza a Siena

“La pallamano rappresenta una fetta importante della mia vita e una grande valvola di sfogo.” Ilya Crea, classe 2000, è – indiscutibilmente – un talento di assoluto prestigio. Una passione nata all’età di 12 anni. “Quando il Presidente della Pallamano 2 Agosto Bologna era venuto nella mia scuola per farci giocare e conoscere questo meraviglioso sport”, incalza il terzino sinistro. “Mi sono subito appassionato e quindi ho deciso di intraprendere questo percorso così importante per la mia vita.” Entrando più nel dettaglio. “La pallamano mi ha dato modo di fare tante esperienze e di conoscere tante belle persone….quindi, anche a livello non strettamente sportivo, è una realtà che ha saputo darmi tanto, grazie anche alle persone che ci girano intorno.” Le emozioni del campo e dello sport in generale? “Sono indescrivibili. La felicità di vincere una partita dura, il senso di appartenenza ad una squadra e la gioia di realizzare una rete: tutte emozioni forti e bellissime. Ovviamente – dietro ad ogni sport – ci sono anche tanti sacrifici, tante sconfitte e tante difficoltà, ma fa parte del gioco.” Notevole già la carriera di Ilya. “Ho iniziato a giocare nella Pallamano 2 Agosto Bologna, successivamente nelle due squadre gemellate Pallamano 1985 Bologna e Bologna United; nella stagione 2019/2020 ho militato nel Ferrara United. A seguire ho fatto un’esperienza di circa metà stagione nella Ego Handball Siena per poi tornare, a fine novembre 2020, a vestire la casacca di Ferrara United.” “Ho deciso di tornare”, incalza Ilya Crea, “per ragioni di studio e familiari ma anche per avere la possibilità di esprimermi al meglio e di avere maggiori responsabilità sulle spalle: ciò è abbastanza difficile da ottenere in una squadra con grandi campioni come Siena. Ferrara United mi ha dato la possibilità di crescere e di fare tante belle esperienze: per questo ringrazio la società e tutto l’ambiente. Vado molto d’accordo con tutti i miei compagni e l’allenatore; mi ha fatto molto piacere entrare a far parte di un gruppo unito, con tanti giovani bravi e simpatici.” Per quanto riguarda la stagione attuale. “Siamo una squadra giovane e dobbiamo ancora crescere, ma abbiamo grandi potenzialità che con il tempo verranno fuori. Alcune partite le vinceremo e altre le perderemo, ma vogliamo dare sempre il massimo – ogni settimana – per crescere e fare sempre meglio.” Pregi e difetti in campo? “Sono un giocatore che, forse, in campo pensa un po’ troppo e che dovrebbe maggiormente lasciarsi andare al gioco e al divertimento, anche se si sta disputando una partita importante. Mi piace lavorare di squadra e mi focalizzo molto nel centrare l’obiettivo e sulla vittoria: ovviamente, come tutti, odio perdere.” Fuori dal campo? “Sono una persona tranquilla, disponibile e che ama stare in compagnia delle persone.” In conclusione. “Sicuramente in questo periodo vivo giorno per giorno, ma ho intenzione di terminare l’Università (la facoltà di Economia a Bologna)…. per il resto si vedrà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *