Imbrattato il basamento della statua dell’Ariosto: sdegno nella comunità

Il monumento dell’Ariosto – recentemente restaurato – imbrattato con scritte ingiuriose contro la comunità cattolica ed il vicesindaco Nicola Lodi. È successo nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 novembre in Piazza Ariostea.

L’episodio è stato notato alle prime luci dell’alba ed ha provocato sdegno e condanna in tutta la comunità ferrarese. “Una delle nostre piazze più belle questa mattina si sveglia così, offesa e deturpata da scritte offensive e senza senso”, scrive il sindaco Alan Fabbri che si augura che l’attività della Digos porti presto a rivelare l’identità degli autori.

“È grande l’indignazione per questo atto ignobile che deturpa e intacca un patrimonio storico pubblico di grande valore”, ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Andrea Maggi, che si unisce a tutta la maggioranza.

Commenti di sdegno anche dall’opposizione, tra i quali quello del segretario comunale del PD Alessandro Talmelli che scrive: “L’episodio denota soprattutto un fatto increscioso ai danni di un monumento simbolo della città. Ancora una volta, riporta alla luce l’esigenza di maggior controllo e di sicurezza”. Aver deturpato un monumento così amato dai ferraresi ha scatenato poi diversi post di indignazione sui social da comuni cittadini, mentre sono iniziati in tarda mattinata i lavori per ripulire il basamento della statua.

Alle telecamere di Telestense, Lodi ha commentato l’episodio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *