Immobiliare Medusa assolta per caso residence Regina Mare. Tomasi: “Giustizia è fatta”

 

L’immobiliare Medusa, società del gruppo imprenditoriale Tomasi Case, è stata assolta con formula piena dalla corte di Appello di Bologna, che ha riformato l’impugnata sentenza di primo grado del Tribunale di Ferrara, assolvendo gli imputati perché il fatto non costituisce reato. Ha quindi revocato il sequestro preventivo disposto dal Tribunale di Ferrara in data 28/2/2017, con provvedimento immediatamente esecutivo.

L’Immobiliare Medusa commenta dicendo che si tratta di una sentenza che si aspettava, dopo aver resistito agli anni della crisi mondiale, nonostante i danni incommensurabili subiti da questa vicenda.

Il Giudice bolognese ha emesso una sentenza di assoluzione con formula piena.

Al centro della vicenda, era il residence “Regina mare”, un compendio immobiliare di 326 villette al Lido di Pomposa costruito oltre dieci anni fa, su cui gravava l’accusa di permessi illegittimi per costruire.

Oggi il gruppo risponde sostenendo che “si è voluto mettere la Società con le spalle al muro, prima che il Giudice avesse pronunciato una sentenza definitiva, con tutte le conseguenze che si lasciano soltanto immaginare per un gruppo che ha fatto della propria immagine il proprio punto di forza negli anni. Non da ultimo, il gruppo Tomasi case è negli ultimi anni particolarmente sensibile alle bellezze paesaggistiche di questo territorio. Infatti, sta prodigandosi con tutte le proprie forze per creare servizi e prodotti turistici in sintonia con le più moderne esigenze ricettive e nella piena tutela dell’interesse pubblico allo sviluppo sostenibile e turistico e del relativo indotto.”

Un pensiero su “Immobiliare Medusa assolta per caso residence Regina Mare. Tomasi: “Giustizia è fatta”

  • 02/06/2018 in 23:57
    Permalink

    Finalmente giustizia è fatta, ma quanto sarà costato a questa impresa questo atto? forse
    molto più del valore nominale degli immobili.
    Quanti posti di lavoro si saranno persi? quante case in meno avrà venduto questa
    società quanta credibilità avrà perso sul mercato?
    Sì dovrebbe stare più attenti prima di mettere in croce gli imprenditori corretti, che creano lavoro ricchezza.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *