Imprese straniere in aumento: boom a Ferrara

Un’azienda emiliano-romagnola su dieci è straniera. E a Ferrara le imprese gestite da stranieri stanno crescendo vertiginosamente.

E’ quanto risulta dai dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio, elaborati dal centro studi e ricerche di Unioncamere Emilia-Romagna. Al 30 giugno, le imprese straniere in regione hanno superato quota 40 mila e hanno raggiunto quasi il 10% delle imprese emiliano-romagnole.

Nell’ultimo anno hanno aperto quasi 1900 nuove attività, circa un aumento del 5%. La crisi economica, secondo il centro studi, ha solo contenuto la loro forte tendenza a crescere.

Un fenomeno che a Ferrara va forte il doppio. Nella provincia estense infatti si registra un incremento del 9,3%, quasi il doppio rispetto alla seconda, Rimini, che si porta a circa il 6%.

Il trend è più basso per le imprese ravennati che viaggiano attorno al 3%. Le ditte individuali sono aumentate di circa 1500 unità, ma crescono più rapidamente le società di capitale, con un più 8,5%.

Due settori in crisi hanno ottenuto gli aumenti assoluti più rilevanti, le costruzioni e il commercio. La crescita più forte ha riguardato le altre attività di servizi, trainata dai servizi per la persona.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=2e4b2bea-7c56-45cb-b5df-a8f80d376005&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *