In aumento la violenza sulle donne

190 donne nel 2011 hanno chiesto aiuto al Centro donna e giustizia per Uscire dalla violenza. È questo uno dei dati illustrati ieri pomeriggio in Castello nel corso della presentazione del report annuale delle attività del Centro. Ogni violenza subita da una donna è una sconfitta per comunità civili, ha detto la presidente Paola Castagnotto, e un limite per pratiche democratiche condivise.

Ogni donna, ha diritto ad una comunità tutelante, indipendentemente dal suo stile di vita o dalla sua rappresentabilità sociale, per questo, ha aggiunto la presidente, mi sento di dedicare eticamente questo Report a Lenuta, la giovane prostituta uccisa a Ferrara nei primi giorni del 2012. Delle 190 donne inserite nel progetto “uscire dalla violenza” 162 avevano subito violenza fisica, economia, sessuale, psicologica, 143 sono madri, e i figli coinvolti sono 225, di cui 150 minori.

In maggioranza sono italiane, 109, a fronte di 81 straniere. Per loro il centro attiva progetti di ospitalità e di rifugio. Il progetto oltre la strada invece accoglie vittime di tratta e sfruttamento sia sessuale sia lavorativo, favorendo il loro reinserimento.

21 sono le donne prese in carico nel 2011, a cui vanno aggiunte le 17 già in carico prima. 80 sono stati invece i contatti e le prestazioni saltuarie. Sono tutte donne straniere, in stragrande maggioranza nigeriane, tre camerunesi e due romene. Due sono addirittura minorenni, la maggior parte ha tra i 18 e il 25 anni, pochissime superano i 30anni.

C’è poi anche il Progetto Laguna Blu. Con l’unità di strada, che cerca di avvicinare le donne che si prostituiscono facendo attività informativa e di supporto soprattutto in materia sanitaria e di tutela dei diritti umani, e il Progetto Invisibile rivolto a chi si prostituisce al chiuso. Sono stati monitorati 1.966 annunci selezionati da tre fonti diverse, effettuate 455 telefonate di contatto con 305 numeri singoli.

Il Punto d’ascolto-telefono donna ha invece erogato 123 consulenze tra legali e psicologiche, mentre lo Sportello di orientamento al lavoro nel 2011 ha accolto 24 donne, per un totale di 80 colloqui.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120406_08.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *