In carcere a Bologna il minorenne arrestato a Cento

Si trovava in visita da parenti, ignari di tutto e fuori da qualsiasi ambiante criminoso, il 17 enne arrestato ieri dai carabinieri della compagnia di Cento.

Il ragazzo, originario di Cavizzano nel napoletano, è accusato di aver preso parte  all’omicidio, il 6 dicembre scorso, di Anna Bevilacqua, 66enne di Marano di Napoli uccisa nella propria abitazione dalla nipote, una 22enne che fu arrestata il giorno successivo.

Secondo quanto ricostruito dai militari, i due sarebbero entrati nell’abitazione della 66enne per farsi consegnare 7.000 euro in contanti che l’anziana custodiva in casa, e al rifiuto della donna l’avrebbero colpita con un coltello alla gola ed alle gambe. A finire subito in carcere la 22 enne, nei giorni scorsi invece il cerchio si è stretto attorno al 17enne che prima è stato cercato nella sua abitazione nel napoletano, poi a Cento dai parenti, che all’oscuro di tutto lo stavano ospitando, pensando ad una normale visita come altre che in passato il ragazzo aveva fatto loro.

Ora il giovane è gravemente indiziato di avere aiutato la ragazza a compiere l’omicidio e si trova nel centro di prima accoglienza di Bologna.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120116_07.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *