In carcere i rapinatori del centro benessere cinese

Un colpo da quasi 2000 euro ai danni delle dipendenti del centro benessere gestito da cinesi in via Contrada della rosa a Ferrara, che si aggiunge ad altre rapine in centri benessere del Piemonte, della Lombardia e della Puglia. Questi gli episodi contestati a quattro persone, tre cinesi e un algerino.

Una banda insolita che agiva soprattutto nel nord Italia. L’8 marzo scorso i quattro erano entrati armati di pistola e coltello nel centro benessere di Ferrara ed avevano rapinato le dipendenti di origine cinese, e si erano presi anche un cellulare e un portatile.

Dopo una breve colluttazione tra il titolare e un malvivente, la banda è riuscita a scappare a bordo di una Uno bianca. Una settimana dopo, il 14 marzo, la Polizia ha fermato e arrestato due rapinatori di origine cinese di 29 e 41 anni, accusati di alcune rapine in Piemonte.

Ora si trovano nel carcere di Prato e su di loro da ieri pende anche l’accusa di rapina ai danni del centro benessere di Ferrara. Indagato anche l’algerino di 44 anni che si trovava già nel carcere di Brescia per altri reati. E’ ricercato invece il quarto uomo di origine cinese. Sulle sue tracce ci sono gli agenti di Polizia di varie questure del nord Italia.

Secondo il capo della squadra mobile di Ferrara, Andrea Crucianelli, “è raro scoprire i cinesi autori di rapine perché di solito la malavita orientale si basa sull’omertà anche delle vittime”.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/10-rapina-cinesi-estetica.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120606_10.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *